Uccide con 27 pugnalate un amico e poi “abusa del corpo”: “Mi aveva battuto a un videogame”

“Gli ha quasi tagliato la testa – ha detto alla stampa locale Mikhail Pop, padre della vittima -. Aveva un taglio che andava da un orecchio all’altro. Secondo i medici legali avrebbe anche abusato del suo cadavere dopo averlo ucciso”. La tragedia è accaduta Nizhnyaya Apsha, in Ucraina

Ventisette pugnalate. Vasya Turda, 14enne ucraino figlio un ricco imprenditore locale, ha colpito a morte il suo compagno di giochi, Vasya Pop, 27 volte. La tragedia è accaduta Nizhnyaya Apsha, in Ucraina. Secondo le ricostruzioni dei media locali riportate dal DailyMail e da altri media stranieri, Vasya Turda avrebbe invitato l’amico e coetaneo a vedere il suo computer nuovo nella grande villa di famiglia.

Solo che, non appena l’amico l’ha battuto a un videogioco, il 14enne gli ha sferrato la prima pugnalata e poi le altre, nonostante Vasya Pop stesse cercando di fuggire. A trovare il cadavere è stata la nonna di Vasya Turda, che ha immediatamente allertato i soccorsi. “Gli ha quasi tagliato la testa – ha detto alla stampa locale Mikhail Pop, padre della vittima -. Aveva un taglio che andava da un orecchio all’altro. Secondo i medici legali avrebbe anche abusato del suo cadavere dopo averlo ucciso. Chi ha fatto questo è un maniaco”. Vasya Turda è stato arrestato e condannato a 3 anni e mezzo da un tribunale ucraino ma i pm regionali chiedono un aumento della pena di 15 anni.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *