Richard Trenton Chase: ” il vampiro di Sacramento”

Richard Trenton Chase è annoverato nel macabro elenco degli assassini seriali, benchè le sue vittime accertate siano solo sei, un numero di delitti “esiguo” se confrontato con altri “mostri”  seriali;  nonostante questo però, la ferocia delle sue azioni gli ha fruttato il titolo di “Vampiro di Sacramento”. La furia omicida di Chase si scatena tra dicembre del 1977 e gennaio del 1978, un anno di follia per il ” vampiro”,  che covava dentro di sè la passione e la necessità di uccidere fin da ragazzino e che a quell’epoca ha poco meno di trent’anni. Infatti Richard già dall’infanzia manifesta i sintomi di una pericolosa patologia chiamata “La triade di Macdonald” ovvero un mix di enuresi, piromania e zoosadismo. Il contesto famigliare nel quale il giovane Richard cresce amplifica le sue manie omicide, il padre e la madre di Chase sono violenti e maniaci della disciplina ferrea che impartiscono con punizioni corporali dolorose, e senza dubbio portano la mente del figlio a torbide deviazioni.

Chase mette fine al rapporto controverso e diabolico con la propria famiglia trasferendosi in un altro appartamento, ma la sua  schizofrenia è ormai accertata, dopo vari ricoveri ospedalieri per farneticanti patologie, gli viene diagnosticata anche la sindrome di Reinfeld. Chase ormai libero dalla presenza dei famigliari si abbandona alle sue orripilanti pratiche, squartando e bevendo il sangue di conigli e altri animali, finisce nuovamente in ospedale per gravi intossicazioni ma questo non lo ferma. La sua escalation di sete di sangue ha il suo picco nefasto con la prima vittima umana: Ambrose Griffin un ingegnere 51enne che il mostro uccide a fucilate; ma su questo primo cadavere non infierisce, nei giorni a seguire gironzola tra le case della zona, si introduce in alcune di esse a caccia di vittime, ma spesso viene scoperto, come reazione mette a soqquadro gli appartamenti e urina o defeca nei cassetti.  Questo modus operandi verrà poi classificato come “assassino seriale disorganizzato” .

La fama di vampiro e necrofilo Chase la acquisisce con quello che inizialmente pare essere il suo primo vero delitto da “mostro”, ai danni di una giovane donna incinta: Theresa Wallin, la giovane ha appena 22 anni ed è in attesa da tre mesi di un bimbo, Chase l’aggredisce mentre la ragazza esce per gettare via l’immondizia; le spara subito a distanza ravvicinata tre colpi di fucile calibro 22, il primo la ferisce a una mano, fuoriesce dal gomito e le si conficca nella gola, il secondo penetra nel cranio e il terzo, mortale,  arriva ad una tempia; è il 23 gennaio 1978. Chase trascina il cadavere di Theresa in camera da letto, ne abusa sessualmente dopo averlo spogliato parzialmente, con un coltello da cucina apre l’addome della poveretta e ne fa scempio, quasi “giocando” con le viscere e gli organi interni della donna, la pugnala più volte, e prosegue riempiendo la bocca della ragazza con delle feci, Infine le taglia la gola e inizia a berne il sangue raccogliendolo in un vasetto dello yogurt.

La follia di Richard Trenton Chase si quieta solo per quattro giorni, il 27 gennaio 1978 il “mostro” uccide ben quattro persone, dei quali due sono dei bambini, uno di appena un anno. Ai cadaveri Chase riserva lo stesso orrificante trattamento messo in atto con la Wallin, senza badare al fatto che due delle vittime sono uomini. Fortunatamente grazie alla collaborazione con la polizia di una ex compagna di scuola del serial killer, questi viene arrestato in breve tempo. Dopo un numero infinito di visite psichiatriche il 2 gennaio 1979 si apre il processo per omicidio, atti di necrofilia e vampirismo a carico di Chase, il processo si chiude a maggio con una condanna a morte. La condanna non verrà mai eseguita poichè il 26 dicembre 1980 Richard Trenton Chase si suicida ingerendo una quantità letale di antidepressivi.  Il “Vampiro di Sacramento” lascia dietro di sè dolore e orrore che tingono di rosso le pagine della cronaca e della storia del Crimine.

Le vittime di Richard Trenton Chase

Ambrose Griffith 51  anni ucciso il 27 dicembre 1977
Theresa Wallin 22 anni uccisa il  23 gennaio 1978
Evelyn Miroth 38 anni uccisa il 27 gennaio 1978
Jason Miroth 6 anni ucciso il 27 gennaio 1978
Dan Meredith 51 anni  ucciso il 27 gennaio 1978
David Ferreira 1 anno ucciso il 27 gennaio 1978

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *