È morta dopo una dura lotta contro il cancro. Il doloroso addio all’attrice, aveva solo 55 anni

A soli 54 anni, dopo una lunga lotta contro un tumore, è morta l’attrice messicana Edith González, star di telenovelas nota anche al pubblico italiano. Fu la protagonista di “Cuore selvaggio“, che andò in onda per la prima volta nel nostro Paese nel 1993, trasmessa su Rete 4. Negli ultimi tempi, era apparsa spesso in televisione in patria per parlare della sua malattia, e anche dai social condivideva costantemente messaggi di incoraggiamento ai fan. Si è spenta il 13 giugno, una notizia scioccante per il pubblico del Messico. Il cancro alle ovaie le era stato diagnosticato nel 2016.

La carriera di Edith González

Nata a Monterrey il 10 dicembre 1964, la González era stata bambina prodigio e aveva iniziato a recitare a soli 5 anni. Ne aveva 14 quando entrò nel cast di “Anche i ricchi piangono“, forse la telenovela più celebre di tutti i tempi, con Veronica Castro. Pochi sanno che alla fine degli anni 70 apparve anche in quattro film diretti dal regista messicano René Cardona Jr., nei quali recitò con attori internazionali come Arthur Kennedy, Carroll Baker, Joseph Cotten, Lionel Stander. Studiò peraltro recitazione anche a Los Angeles, Londra, New York e Parigi. La carriera resta comunque legata principalmente al format delle telenovelas, come “Rosa selvaggia”, “Soledad”, le più recenti “Cielo rojo” e “Amore senza tempo”, ma soprattutto “Cuore selvaggio”.

La maledizione di Cuore selvaggio

Per gli spettatori nostrani, il suo volto dolce e pulito resta legato principalmente proprio al personaggio dell’eroina Beatrice in “Corazón salvaje” (com’era il titolo originale), sontuosa produzione in costume di Televisa e vincitrice in Italia del “Telegatto” per la categoria “Miglior telenovela” nel 1995. Piccolo grande cult nel genere, sembra essere afflitta da una triste maledizione: anche il protagonista maschile di “Cuore selvaggio”, il noto Eduardo Palomo (che vi interpretava Juan Del Diablo) è morto giovanissimo, a causa di un attacco cardiaco a soli 41 anni nel 2003.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *