Martina Nasoni prima di trionfare al “Grande Fratello” era già famosa per un’insolita ragione:

Grazie a tutti, con il cuore». Ha detto proprio così Martina Nasoni dopo aver scoperto di aver vinto la sedicesima edizione del Grande Fratello, con il 60 per cento di preferenze. Ha superato in volata Enrico Contarin, dato per favorito alla vigilia della puntata finale dello show condotto da Barbara D’Urso. Il ringraziamento di cuore non è stato il solito modo di dire, come sa chi ha seguito il reality di Canale 5 e conosce la storia di Martina, la concorrente più giovane di quest’anno.

Nata a Terni 21 anni fa, Martina ha scoperto da ragazzina di soffrire della stessa malattia cardiaca congenita di sua madre, la cardiomiopatia ipertrofica. «Per la mia sicurezza, a 12 anni i medici hanno detto che era necessario mettere un pacemaker», ha raccontato, poi precisando con fierezza: «Questo destino è toccato a me, ma ciò non significa che io non possa vivere come tutti». La madre invece non ha più tollerato il pacemaker e un anno fa è stata sottoposta a trapianto. «Il giorno che è arrivato il cuore nuovo sono venuti a prenderla in elicottero: quella poteva essere l’ultima volta che ci vedevamo», ha raccontato commossa la ragazza. La storia di Martina era diventata pubblica quest’inverno quando Irama ha portato in concorso tra i Big a Sanremo la canzone La ragazza col cuore di latta. «Durante una vacanza in Salento ho conosciuto un ragazzo », ha ricordato Martina durante una puntata del Grande Fratello, «gli ho raccontato la mia storia e il giorno dopo lui si è presentato con il testo di una canzone».

È stato emozionante vederla ballare nella Casa proprio sulle note di quel brano, che narra della fanciulla “cresciuta con un cuore che non batte a tempo. E quando era piccola sognava di aggiustarsi dentro. Diceva di essere diversa. Cercava le farfalle lì appoggiata alla finestra. Vedeva i suoi compagni che correvano in cortile. E lei che non poteva, si sedeva e ci pensava bene a cosa dire. E se ogni tanto le chiedevo come mai non giochi diceva siediti qui affianco ed indicava su. Io in quella nuvola ci vedo solo un cuore vero. Perché il mio a volte si dimentica e non batte più. Così cercando di salvarla, a sedici anni il suo papà le regalò un cuore di latta”. È così bella Martina, che da ragazzina faceva già la modella e sognava di diventare Miss Italia. Ma, non trovando la realizzazione del suo sogno, ha scelto di iscriversi a un corso per tatuatrice. Poi il fatidico ingresso nella casa del GF all’inizio di aprile. Nel giro di due mesi Martina ha conquistato il pubblico grazie alla simpatia, alla spontaneità, favorita dalla buffa parlata umbra che scambia le “t” e le “d”. Ha lasciato trapelare la sua vulnerabilità con semplicità: senza farla mai pesare. «La vita mi ha dato una condanna che non volevo», ha spiegato nel corso di una chiacchierata con gli altri concorrenti. «In passato mi sono dovuta analizzare parecchio ed è stata tanto dura. Poi un giorno capisci che tutto ciò che hai passato sei tu e che quella è addirittura la parte migliore di te».

Sembra proprio la ragazza della porta accanto, fragile ma determinata. È sembrata tale anche quando è entrata nella Casa proclamandosi single: «In amore sono sfortunata», ha detto, e poi si è presa una cotta non ricambiata per il bel veronese Daniele Dal Moro. Ha cercato di conquistarlo fino all’ultimo, quando si è presentato in trasmissione suo padre Mauro. «Sai perché sono venuto qua io oggi e non tua madre?», le ha chiesto. «Per darti un consiglio: devi lasciar perdere Daniele che ti crea solo problemi e non ti fa vivere questa esperienza nel modo migliore ». Dopo la finale, però, la giovane ha festeggiato proprio con Dal Moro la vittoria, come testimoniano le loro storie postate su Instagram. Daniele aveva detto che avrebbe voluto conoscere Martina una volta spente le telecamere. I due ex inquilini della Casa si sono mostrati molto affiatati mentre trascorrevano la serata insieme in una camera di albergo. Insomma: la ragazza dal cuore di latta ha la testa dura, non ha voluto seguire il consiglio di suo papà. E non ha lasciato perdere.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *