Ubriaco semina il panico a bordo di un carro armato: “Vado ad invadere la Polonia”

La scena che si è parata loro davanti ha lasciato di stucco gli agenti di polizia, accorsi sul posto in tarda serata dopo numerose segnalazioni da parte dei cittadini: un vecchio carro armato sovietico, un T-55 da 36 tonnellate di peso, parcheggiato sul ciglio della strada come se fosse una normale automobile. Vicino al blindato,

lungo 9 metri e largo quasi 3 e mezzo, il suo atipico “equipaggio” di due persone, con il pilota risultato poi in stato di ebbrezza. È successo giovedì scorso a Pajęczno, una cittadina polacca a circa 180 km da Cracovia: le forze dell’ordine sono state sommerse di chiamate che riportavano la presenza di un datato corazzato made in URSS in centro città.

Accorsi sul luogo, i poliziotti non hanno potuto fare altro che constatare che effettivamente, di fronte a loro, c’era un vero T-55: il pilota, un 49enne, è risultato positivo all’alcol test con il valore di 1 g/l. A quanto il pare il carro armato doveva essere trasportato sopra un autoarticolato, che però si è guastato: il cingolato è

stato dunque messo in moto e scaricato per permettere le opportune riparazioni ma l’uomo – probabilmente proprio l’autista del camion – ha pensato bene di approfittare per farsi un giro in centro con il grosso veicolo da combattimento. Come resistere, d’altra parte, al fascino di un possente T55 e del suo V12 diesel da 39.000 cmc di cilindrata e 580 Cv?

Il responsabile della bravata rischia ora di dover scontare due anni in carcere per guida in stato di ebbrezza, e fino a otto nel caso in cui venisse dichiarato colpevole di aver messo in atto una condotta pericolosa con conseguenze potenzialmente disastrose anche se va sottolineato che non vi sono prove che sia stato distrutto alcunché). Le circostante sono aggravate dal fatto che l’uomo non era ovviamente in possesso di una patente di guida adatta alla conduzione di un tale mezzo, che per altro era sprovvisto di qualunque tipo di copertura assicurativa. Gli agenti sono riusciti a rimuovere il carro armato non prima delle 5 di mattina, grazie alla collaborazione di un ex appartenente alle Forze Armate che è intervenuto in loro aiuto sgomberando il quartiere dall’appariscente veicolo.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *