Carlo Conti la confessione shock sulla mamma: ‘Mia madre è svenuta quando glielo detto…’

Carlo Conti la confessione shock sulla mamma: "Aveva fatto di tutto per me"

Carlo Conti ha sempre ammesso di amare particolarmente il suo lavoro e che, in passato, ha messo in atto tutto ciò che fosse in suo potere al fine di raggiungere il suo obiettivo, anche se questo è costato una confessione shock alla mamma.

Carlo Conti dopo il successo

La vita di Carlo Conti è cambiata radicalmente dopo il successo. In questi anni abbiamo avuto modo di vederlo attivamente impegnato in vari programmi televisivi, dai quiz show a grandi successi come I migliori anni e Tale e Quale Show. Il tutto non finisce qui, dato che in questo frangente al suo fianco sono sempre stati presenti i due amici fraterni, compagni di avventure, Giorgio Panariello e Leonardo Pieraccioni. In occasione di una recente intervista rilasciata al Corriere della Sera ha dichiarato: “Nessuno di noi avrebbe immaginato che quei ragazzetti che con scarsi mezzi che cercavano di fare spettacolo, l’avrebbero fatto davvero, così“.

Carlo Conti confessione shock alla mamma

Prima di ottenere il grande successo di questi anni, Carlo Conti, ha dovuto prendere delle drastiche scelte che avrebbero potuto compromettere il sul futuro. Si tratta del classico salto nel vuoto che, nel suo caso, si è rivelato la carta vincente. Al Corriere della Sera ha dichiarato di aver rilasciato una confessione shock alla mamma, ecco cos’è successo: “Ero assunto in banca da tre anni. Mi sono licenziato di punto in bianco lasciando il certo per l’incerto. Quando ho detto a mia madre che mi ero licenziato era svenuta. Aveva dedicato sé stessa per darmi il diploma e un lavoro“. Nonostante in un primo momento non avesse preso di buon grado la decisione del figlio, la donna ha continuato a supportarlo come sempre: “Ma quando si è ripresa, mi ha detto: Carlo, la vita è tua e se non ci credi te, chi ci deve credere?“.

“Non mi arrabbio mai… Probabilmente merito di mia mamma”

Carlo Conti, inoltre, spiega anche che se adesso è diventato l’uomo che noi tutti conosciamo è grazie alla madre che ha cercato di non fargli mai mancare la figura paterna. Non a casa al Corriere della Sera conclude dicendo: “Non mi arrabbio mai, non urlo e vedo il bicchiere mezzo pieno. Probabilmente è merito di mia mamma– continua Carlo Conti-. Mi ha cresciuto facendomi capire che nella vita ci si deve accontentare e non sempre battere piedi per averla vinta… tra l’altro perché, potevo anche batterli, ma non succedeva niente“.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *