Uomo cinese rimane vivo dopo essere stato colpito nel cranio da un coltello

La testa è una delle parti più delicate del nostro corpo, centro di tutte le nostre azioni e pensieri, un vero e proprio computer biologico in grado di elaborare anche cose complesse e di svolgere numerose funzioni vitali.

Eppure capitano incidenti, alcuni strani e rari e altri un po’ più casuali e sfortunati, da non confondere con coloro che riportano ferite gravi alla testa. Sebbene sembri una storia assurda e incredibile, un uomo cinese è rimasto vivo dopo una coltellata che gli ha bucato il cranio.

Stiamo parlando di un incidente fortuito e non causato da terzi, provocato dalla caduta di un coltello dal balcone dell’ottavo piano di un palazzo, finito proprio allo sfortunato passante cinese che si trovava proprio nel perfetto tragitto del coltello. Sebbene sia possibile sopravvivere ad una coltellata alla testa, un famoso neurologo americano del dipartimento di neurologia del North Shore University Hospital a New York dichiara che sono molte le conseguenze che possono susseguirsi dopo un evento del genere.

Si è vero, l’accaduto non è stato mortale, tuttavia ci sono ripercussioni neurologiche certe che dipendono dalla parte del cervello lacerata, come instabilità nei modi di fare, improvvise perdite di memoria, disabilità motorie come camminare, muovere le braccia e anche semplicemente mangiare o parlare con persone.

Una vita salva, ma praticamente piena di problemi neurologici che disturbano e che non faranno di certo piacere allo sfortunato cinese.

Questi problemi sono ciò che succede costantemente a lungo termine a numerosi giocatori di football americano, per i quali il pericolo di subire traumi cranici fa parte del loro contratto a tutela delle società sportive che al corrente dei rischi cerca di evitare cause e problemi legali.

Altri sport riportano rischi del genere, ma alcune volte in denaro proposto riesce a coprire queste paure e questi pensieri sui pericoli di un eventuale trauma.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *