Guarda un porno e si accorge che gli attori sono mamma e papà

Una donna ha confessato, a distanza di anni, di essere rimasta traumatizzata dopo aver visto un video porno ed aver scoperto i genitori nei due protagonisti

Una confessione avvenuta solo a distanza di anni, un trauma difficile da superare: è questa la vicenda che ha coinvolto una giovane utente online, pronta a sfruttare il suo blog

per liberarsi di un peso.

La donna ha narranto le vicende intercorse quando aveva solo 15 anni, legate a un pomeriggio pigro e alla visione di un video porno. Dopo aver ricevuto il permesso di saltare la scuola, l’allora adolescente – rimasta a casa da sola – aveva deciso di godersi la tranquillità casalinga rovistando nei cassetti dell’abitazione. Dopo aver scovato delle riviste per adulti in camera del fratello, si era diretta nella stanza dei genitori, dove aveva intercettato libri sull’orgasmo femminile, un vibratore e una raccolta di VHS.

Incuriosita dalla presenza delle videocassette in camera, la giovane aveva deciso di dare una sbirciata alla ricerca di qualche film porno proibito. Dopo aver visionato alcuni nastri anonimi, la giovane si era imbattuta in una videocassetta più interessante, con protagonista una donna nuda adagiata su un divano, ripresa con una telecamera posata su un cavalletto. Un mobile in apparenza familiare per la ragazza, che aveva continuato la visione senza farsi troppe domande.

La scena era proseguita con l’ingresso di un uomo nudo, prima intento a sistemare la videocamera a raggiungere la donna per una scena di sesso molto classica. Avvinghiati nella posa del missionario, i due avevano mostrato una performance sessuale noiosa e ripetitiva: l’adolescente aveva cercato di eccitarsi, ma senza ottenere grandi risultati, dirottando quindi la sua attenzione sulla scena e gli arredi anziché sui protagonisti hard. Solo in un secondo tutto era apparso chiaro: nonostante le riprese poco nitide quello era il divano di casa, i due protagonisti erano la madre e il padre.

Un vero e proprio trauma che ha turbato buona parte della sua adolescenza, fino a quando la giovane non ha deciso di accantonare il ricordo. Parlarne successivamente con il fratello l’ha liberata dal peso e dall’imbarazzo, ridimensionando i ricordi legati alla visione dei due genitori.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *