Ora legale, cancello automatico non aggiornato: utenti rinchiusi nel cimitero di Treviglio

Quando hanno visto il cancello del cimitero chiudersi all’improvviso intrappolandoli all’interno hanno pensato a uno scherzo. Invece era tutta colpa del cambio di orario legato all’ora legale. Il fatto è accaduto domenica pomeriggio nel camposanto di Treviglio. Diverse persone erano in visita alle tombe dei propri congiunti quando si sono accorti che le cancellate regolate automaticamente si stavano chiudendo. Un fatto strano, perché gli orologi segnavano solo le 17 mentre la chiusura del camposanto è prevista alle 18. A spiegare il mistero è stato però proprio l’orologio. Nella notte fra sabato e domenica era entrata in vigore l’ora legale, e quindi anche l’orario estivo del cimitero, più lungo appunto di 60 minuti. Ma mentre gli utenti avevano spostato in avanti le lancette degli orologi, non c’era stato un adeguamento del sistema che regola automaticamente aperture e chiusure, e che quindi si è messo in movimento in base all’orario invernale. Tra chi era rimasto nel cimitero si è sparsa la voce della chiusura e tutti i presenti si sono ritrovati davanti al cancello chiedendo aiuto ai passanti. Uno di loro ha accolto le richieste e non sapendo cosa fare ha chiamato il 112, mettendo in moto tutta la catena dei soccorsi: il numero unico di emergenza gli ha passato il commissariato che a sua volta ha girato la questione ai vigili del fuoco, i quali hanno dato l’allarme al consigliere comunale delegato alla Protezione civile. Ed è stato lui infine a recarsi sul posto a rassicurare i presenti. Ma davanti al cancello nel frattempo si erano radunati anche coloro che erano andati al cimitero sapendo di avere un’ultima ora a disposizione e volevano entrare. Infine è stata la polizia locale a rintracciare la ditta che ha in gestione il camposanto. Alle 18.30 è arrivato l’incaricato, che ha aperto i cancelli e liberato finalmente le persone che erano all’interno, e che già temevano, non senza qualche apprensione, di dover trascorrere la serata al camposanto.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *