Anziano non dà notizie ai figli, che mandano un’ambulanza a casa: stava guardando un film porno

Quando gli operatori del 118 di Macerata hanno ricevuto la richiesta di andare a verificare le condizioni di un uomo di 80 anni che non rispondeva al telefono da tempo credevano che avrebbero dovuto fare i conti con una persona vittima di un malore. Si può quindi ben immaginare lo stupore quando – dopo aver fatto irruzione nel suo appartamento – l’hanno trovato mentre si godeva beatamente un film porno. La storia ha suscitato un certo scalpore e non è rimasta tra le quattro mura domestiche, finendo anche alle orecchie dei giornalisti locali hanno raccontato le gesta del nonnetto che aveva pianificato tutto: prima ha chiuso a chiave la moglie in camera da letto, pensando che dormisse. Poi si era poi accomodato in sala sulla sua poltrona, con le cuffie alle orecchie e un film a luci rosse. Peccato che la moglie si sia invece svegliata, abbia trovato la porta bloccata e cercato di chiamare il marito, inizialmente a voce e poi col telefonino. Non ricevendo nessuna risposta e non sentendo alcun rumore ha temuto il peggio e quindi ha avvertito i figli.

L’anziano non rispondeva alla moglie perché aveva orecchie solo per il suo film porno. I figli  hanno però pensato a un malore e per questo hanno chiamato il 118. Gli operatori sono arrivati coi vigili del fuoco per sfondare la porta d’ingresso. Nessun malore, solo un nonnetto alle prese con un video decisamente esplicito. Non è dato sapere cosa l’anziano abbia dovuto subire dalla moglie quando, una volta che i sanitari hanno abbandonato la casa, i due sono rimasti soli.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *