Lui la respinge, lei gli invia 159 mila messaggi di minacce

Proprio non le andava giù che lui non volesse stare con lei. Per questo, da potenziale fidanzata respinta, si è trasformata in stalker. La storia è quella di Jacquelyn Ades, 31 anni, estetista dell’Arizona, e dei 159mila messaggi inviati all’uomo che l’aveva respinta.

Tutto è avvenuto nei mesi scorsi, ora Jacquelyn aspetta di essere processata per stalking. Quando è stata fermata, a maggio, la polizia aveva scoperto che in soli dieci mesi aveva inviato 159mila messaggi all’uomo che aveva conosciuto su un sito di incontri. I due per la verità erano usciti insieme, ma solamente una volta, dopodiché lui aveva deciso di interrompere la frequentazione. Lei però non l’aveva presa bene e aveva iniziato a tempestarlo di messaggi, qualcosa come 500 sms al giorno. Ad aprile era riuscita a introdursi nella casa dell’uomo, la polizia l’aveva trovata mentre si faceva un bagno nella sua vasca, mentre lui era via. Non solo: la donna si era presentata sul suo posto di lavoro spacciandosi per sua moglie.

In auto, le forze dell’ordine le hanno trovato un coltello. «Fai quello che vuoi ma non lasciarmi o ti ucciderò, non voglio diventare un’assassina» gli scriveva. E ancora: «Preparerò il sushi con i tuoi reni e userò le ossa delle tue mani come bacchette».

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *