Michael Jackson 10 anni dopo la morte: cosa c’era nella sua camera?

Michael Jackson 10 anni dopo la morte: cosa c'era nella sua camera?

Sono momenti di grande attesa in vista della decimo anniversario della morte di Michael Jackson, il prossimo 25 giugno 2019. Proprio per questo motivo oggi 21 giugno 2019 in Inghilterra verrà trasmesso il nuovo documentario dedicato al re del pop che racconterà nel dettaglio i suoi ultimi giorni di vita e cosa i soccorritori trovarono nella sua camera da letto.

Michael Jackson anniversario di morte

Il re del pop Michael Jackson ci ha lasciato improvvisamente il 25 giugno del 2009, nonché qualche mese prima dell’inizio del suo tour mondiale. Negli ultimi anni della sua carriera aveva deciso di allontanarsi dal palcoscenico, soprattutto dopo il processo riguardante le presunte molestie sessuali che il re del pop avrebbe fatto ad alcuni bambini.
Ad ogni modo proprio quando i fan nel mondo erano pronti a vederlo nei nuovi live ecco che arriva la scioccante notizia. Michael Jackson il 25 giugno del 2009 intorno alle 10:40 del mattino ebbe una nuova crisi di insonnia, cosa della quale ormai soffriva da anni, tanto che il suo medico Conrad Murray decise di somministrargli alcuni sedativi mettendolo così sotto anestesia con un potente farmaco. Questo gli provoca una forte crisi respiratoria è il trasporto d’urgenza in ospedale dove arrivo già in coma esistenze dopo 42 minuti di tentativi per rianimarlo. Conrad Murray infine venne condannato a 4 anni di reclusione per omicidio colposo.

Michael Jackson 10 anni dopo la morte

I fan del re del pop il 25 giugno 2019 saranno intenti a celebrare il decimo anniversario dalla morte di Michael Jackson. Ciò che conosciamo del suo decesso 10 anni dopo la morte del re del pop e che questo avvenne a seguito della somministrazione di alcuni farmaci che lo aiutassero a dormire, per il quale è stato condannato il medico Conrad Murray.
In occasione di tale ricorrenza in Inghilterra verrà trasmesso il documentario Killing Michael Jackson, dedicato agli ultimi istanti di vita del re del pop il quale attraverso le interviste esclusive fatte a Orlando Martinez, Dan Myers e Scott Smith, ovvero tre detective che sono entrati per primi nella stanza di Michael Jackson, è stato possibile ricostruire il giorno della morte dell’artista eh cosa è stato trovato all’interno della sua luogo.

Cosa c’era nella camera di Michael Jackson?

Secondo quanto reso noto da ilfattoquotidiano.it quando i tre detective entrarono nella stanza di Michael Jackson trovarono davanti a loro uno scenario davvero sconcertante. A catturare la loro attenzione fu proprio la camera da letto dove venne trovata una bambola molto realistica, una bacheca con foto di ragazzini oltre ad essere piena di medicinali e articoli sanitari. In particolar modo Scott Smith al The Sun ha raccontato: “C’era un computer sul suo letto, una bambola molto realistica e anche una specie di pubblicità con foto di bambini. C’erano anche dei post-it, o pezzi di carta attaccati in tutta la stanza e specchi e porte con piccoli slogan o frasi. Non so se fossero testi o pensieri, alcuni di loro sembravano poesie, la camera da letto era… era un casino. La stanza in cui veniva trattato, non sembrava una stanza adatta a nessun tipo di trattamento medico“.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *