La figlia di due anni fa briciole a terra, la mamma le infila nella gola e la soffoca

La sua bambina avrebbe fatto cadere delle briciole a terra e la sua mamma, la persona che avrebbe dovuto amarla sopra ogni cosa, l’ha soffocata con un pezzo di pane. La madre killer si chiama Svetlana Mirzoeva, ha 28 anni ed è stata accusata di omicidio dopo avere messo, molto probabilmente, un pezzo di pane molto grosso nella gola della sua bambina di soli 2 anni, nella sua casa di famiglia nella città di Oms, in Russia. Da quanto è emerso, sembra che la bambina abbia fatto cadere delle briciole mentre mangiava camminando per casa e quando la donna ha visto quanto accaduto, sarebbe andare su tutte le furie, decidendo così di impartire una punizione esemplare alla sua bambina.

La madre avrebbe afferrato la bambina e le avrebbe messo in bocca del pane, insistendo con violenza e ignorando il fatto che la figlia stesse urlando e si stesse opponendo. Soltanto dopo che le braccia della bimba sono cadute lungo il corpo, perché priva di vita, la madre ha smesso di torturarla. A quel punto la donna avrebbe convinto il compagno a nascondere il corpo della figlia avvolta in un panno, messa in una borsa e gettata poi in strada.

A denunciare la scomparsa della bambina pare siano stati i vicini di casa e così dopo aver sporto denuncia sono state avviate le indagini. La mamma è stata interrogata ed infine ha confessato l’accaduto. Il compagno invece sarebbe morto solo 10 giorni dopo la scomparsa della bambina, molto probabilmente per un’intossicazione da alcol.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *