Tata avvelena bambino di due anni con mezzo pacco di sale: “È troppo lunatico”

Tata avvelena bambino di due anni con mezzo pacco di sale: "È troppo lunatico"


Bambini ancora una volta vittime innocenti degli adulti. La storia che stiamo per raccontarvi ha davvero dell’incredibile. Una donna di 25 anni ha ucciso il bambino di 2 anni a cui faceva da babysitter e l’ha fatto in un modo terribile. Il piccolo è stato costretto a ingerire 50 grammi di sale.

Infanticidio: Babysitter uccide bambino

A raccontare questa assurda storia è stato Leggo.it, si tratta appunto della tragica morte di un bambino di due anni ucciso dalla babysitter. La donna in questione era stata ingaggiata dalla madre per prendersi cura del piccolo durante le sue ore di lavoro, ma nessuno avrebbe mai potuto immaginare quanto è poi successo.
A quanto pare la babysitter venticinquenne ha deciso di uccidere il bambino nel peggiore dei modi, senza lasciargli alcuna via di scampo decidendo di avvelenare il suo pasto con 50 grammi di sale.

Tata avvelena bambino di due anni con mezzo pacco di sale

La donna in questione si chiama Yana Deninesh, babysitter di 25 anni, assunta per prendersi cura di un bambino di due anni mentre la sua mamma lavorava. La ragazza condivideva insieme al piccolo gran parte della sua giornata, fin quanto non decide di compire il folle gesto. I fatti sono accaduto nel villaggio di Kholmogory, nella regione Arkhanhelsk nel nord occidentale della Russia.
A raccontare la vicenda è stato il giornale Metro che spiega come la ragazza fosse particolarmente provata dal comportamento del bambino, definito lunato e difficile fa gestire. Sulla base di tale motivazione decide di dargli una punizione che però si è rivelata fatale. La sua arma è stata un pacco di sale, una dose che ha ucciso il piccolo dopo una serie di malesseri.

Yana Deninesh ha ben pensato di riservare la punizione al bambino in piena mattina, durante la colazione. Come d’abitudine la donna ha preparato la pappa di porrige per il piccolo, ignaro di quello che gli sarebbe successo da li a breve. Yana, poco prima di servirgli il suo pasto ha deciso di mettere al suo interno ben 50 grammi di sale.

Avvelenato con 50 grammi di sale

Dopo aver consumato la colazione il bambino però ha iniziato a sentirsi male fino a perdere i sensi. Nell’immediato la giovane ha provveduto a chiamare i soccorsi e il bambino è stato trasportato con urgenza in ospedale. Purtroppo per lui non c’è stato nulla da fare, nonostante i disperati tentativi dei medici il corpo del bambino è collassato per avvelenamento da sale.
Gli investigatori hanno prontamente fermato la tata chiedendole delle spiegazioni. La donna ha cercati di difendersi affermando che la sua doveva essere solo una punizione, non avendo intenzione alcuna di uccidere il bambino. Quanto detto ha fatto scattare le manette ai polsi della giovane babysitter, unica responsabile della morte del bambino di due anni di cui doveva prendersi cura. Yana Deinesh ad oggi si trova in carcere e sta scontando una pena di 14 anni con l’accusa di omicidio.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *