Lavaggio del cervello e scosse elettriche bambini: “Un altro business, orribile, sui minori”

Lavaggio del cervello e scosse elettriche bambini: "Un altro business, orribile, sui minori"

Quello che è successa Reggio Emilia è uno degli incubi peggiori che possa capitare ad un genitore. Bambini venivano allontanati in modo ingiustificato dai propri genitori da persone che simulavano abusi e disegni manipolati a fini sessuali. A finire nel mirino degli inquirenti è stato anche il sindaco di Bibbiano Andrea Carletti.

Lavaggio del cervello e scosse elettriche bambini

Quello che avveniva era un vero e proprio tunnel degli errori. L’inchiesta condotta dai carabinieri denominata Angeli e Demoni ha permesso di far luce su quello che avveniva da alcuni esponenti dei servizi sociali e del sistema degli affitti della Val D’Elsa. qui le piccole vittime venivano suggestionati con impulsi elettromagnetici, con elettrodi applicati su mani e piedi al fine di alterare lo stato di memoria come specificato dall’istanza del Gip. Qui, come pubblicato da Il Messaggero, è possibile leggere che ad una bambina, affidata ad una coppia di donne, le sarebbe stato fatto credere di essere vittima di abuso del padre e che con “riguardo ai rapporti con i ragazzini maschi, avendo sviluppato una paura incomprensibile per i bambini, è di specie un compagno di classe per il quale, secondo le insegnanti, aveva preso una cotta“.

I dettagli dell’operazione

Secondo quanto reso noto i bambini avrebbero subito anche dei trattamenti con elettroshock. A seguito delle indagini però sono state 18 le persone raggiunte da misure cautelari tra i quali figura anche il sindaco di Bibbiano Andrea Carletti, insieme a medici, assistenti sociali, liberi professionisti, psicologi e psicoterapeuti che operavano con la Onlus di Moncalieri che si trova in provincia di Torino. Nel frattempo invece rimangono 27 le persone indagate nell’inchiesta che viene coordinata dal pm di Reggio Emilia, Valentina Salvi. Nel corso delle indagini è emerso Come si tratti di un’operazione di business illecito che fruttava alle persone coinvolte un giro d’affari da centinaia di migliaia di euro.

Luigi Di Maio: “Un altro business, orribile, sui minori”

A commentare la notizia è stato Luigi Di Maio che nella sua pagina Facebook scrive: “Un altro business, orribile, sui minori. Una galleria di atrocità assolute che grida vendetta a Reggio Emilia e per cui oggi – oltre a una ventina di indagati – è stato arrestato anche il sindaco di Bibbiano, Andrea Carletti (Pd)“. Nel lungo post pubblicato dal ministro appartenenti al Movimento 5 Stelle è possibile leggere anche: “Quello che viene spacciato per un modello nazionale a cui ispirarsi sul tema della tutela dei minori abusati, il modello “Emilia” proposto dal PD, si rivela oggi come un sistema da incubo: bambini ‘selezionati’ e sottratti illegittimamente alle famiglie, per poi venire consegnati in una sorta di ‘affido horror’ a personaggi discutibili, tra i quali titolari di sexy shop, pedofili, gente con problemi mentali“. Infine spiega: “E tra la sottrazione e l’affido una trafila di psicoterapie falsate, medici travestiti da mostri, persino impulsi elettrici per modificare la memoria dei bambini e convincere i giudici della necessità dell’affido. Roba da film dell’orrore, a cui si stenta a credere“.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *