Cagnolina investita e abbandonata: per giorni ha trascinato le zampe posteriori

Cagnolina investita e abbandonata: per giorni ha trascinato le zampe posteriori

Ha scosso l’opinione pubblica la triste vicenda di Arya, la cagnolina investita e abbandonata al suo crudele destino. La cagnolina meticcia ha trascinato le zampe per sette lunghi giorni, in attesa che qualcuno si accorgesse di lei e le desse aiuto.

Quattro protesi per delle zampe perfettamente funzionanti

Non molto tempo fa ha fatto il giro del mondo la storia di Ryzhik, il gatto russo al quale sono state impiantate quattro protesi perfettamente funzionanti alle sue zampe. Il gattino in questione stava per rimanere vittima del freddo russo, quando i veterinari hanno preso la drastica decisione che, invece, gli ha salato la vita.
A Ryzhik sono state amputate tutte e quattro le zampette e sostituite con delle protesi perfettamente funzionanti, realizzate con la tecnica in 3D che gli hanno permesso di tornare alla vita. Simile è il caso di Arya, la cagnolina investita e abbandonata al suo crudele destino.

Cagnolina investita e abbandonata

Nel corso delle ultime ore è stata diffusa la notizia secondo cui una cagnolina meticcia è stata investita e abbandonata al suo crudele destino. La cagnolina in questione si chiama Arya e la sua storia a ha commosso il popolo italiano. Ancora non è ben chiaro cosa sia successo alla cagnolina meticcia di circa due anni poco prima che un ragazzo la trovasse in una stazione di servizio dove Arya era arriva, probabilmente, con estrema fatica. Subito dopo il suo ritrovamento, Arya, è stata trasferita all’Asl di competenza e successivamente affidata alla sezione di Bergamo della Lega nazionale del cane.

“Colonna vertebrale spezzata e le zampe paralizzate”

A raccontare l’accaduto è stato Marco Castaldi responsabile della sezione di Bergamo della Lega nazionale del cane. L’uomo raggiunto da Adnkronos ha dichiarato: “L’abbiamo già portata dai nostri veterinari di fiducia, è stata sottoposta ad una serie di esami e ricoverata per 48 ore“. Marco Castaldi continua ha spiegato come la colonna vertebrale di Arya fosse spezzata mentre “le zampe posteriori paralizzate ed è anche incinta“. Il tutto non finisce qui dato che Arya “era molto denutrita, la strada è tutta in salita ma la speranza è l’ultima a morire“. Nel suo intervento Marco Castaldi pone l’attenzione anche sul fenomeno dell’abbandono che, purtroppo, è in continuo aumento: “Da metà maggio ad oggi siamo già a 70 cani abbandonati, per la maggior parte cucciolate e mamme che vengono lasciati in strada anche in pieno giorno. Quest’estate sta andando anche peggio rispetto alla precedente“.

Tags:

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *