Non si vuole sposare, fa finta di annegare e scompare per quattro mesi

Aveva deciso di non sposarsi più e così ha fatto finta di annegare durante un’ immersione ed è tornato dopo 4 mesi. Il protagonista di questa incredibile storia è un ragazzo albanese di 26 anni, Gjuta Xhevahir, il quale avrebbe dovuto sposarsi il 15 aprile in Albania per un matrimonio organizzato dai suoi genitori. Il giovane vive in Italia e nello specifico a Grosseto e pare però che non avesse alcuna intenzione di sposare quella ragazza che i genitori avevano scelto per lui e così ha deciso di far perdere le sue tracce per ben quattro mesi.

Ha lasciato così l’attrezzatura da sub sulla riva del mare, poco distante la sua macchina con dentro il cellulare e tutti i documenti ed è letteralmente scomparso nel nulla. Dopo che questi oggetti personali sono stati rinvenuti, i familiari hanno immediatamente pensavo che fosse accaduta una tragedia del mare, ma lui pare che invece fosse andato a Milano vivendo per strada come un nomade.

Dopo circa quattro mesi però poi non ce l’ha più fatta ed è ritornato a Grosseto, è andato dai carabinieri ed ha confessato tutto ovvero di essersi allontanato soltanto per scappare da un matrimonio combinato che sarebbe stato per lui come una vera prigione.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *