Viveva in una casa con quaranta cani morti, trovate carcasse nascoste nel freezer

Una storia piuttosto raccapricciante quella che ha come protagonista Donna Roberts, una donna di Shamong Township da quale pare che ha sconvolto letteralmente la comunità del New Jersey. La donna è stata arrestata ed accusata di crudeltà sugli animali. Sono stati i vicini a vedere le condizioni in cui purtroppo i suoi cani erano costretti a vivere ed hanno quindi allertato le autorità locali che sono andati immediatamente presso l’abitazione della donna, ma nessuno ovviamente si aspettava di trovarsi davanti una scena così terribile. La donna pare che in casa avesse 170 cani, tutti costretti a vivere all’interno di gabbie, in condizioni davvero orribili nel suo giardino. Addirittura sembra che quattro di questi cuccioli stessero talmente male da essere trasportati d’urgenza presso una clinica veterinaria. La scena più terribile però è quella che si è vissuta all’interno della casa, quando dentro un congelatore la polizia avrebbe trovato 44 cani conservati in delle bustine di plastica.

La donna si sarebbe giustificata dicendo di aver messo i casi nel freezer per sentirli più vicini. Poi avrebbe aggiunto che il fatto di aver congelato i cani morti nel congelatore di casa era dato dal fatto che avrebbe voluto portarli dal veterinario per l’autopsia, ma si era ricordata di loro soltanto 7 anni dopo. Adesso l‘ufficio del procuratore della Contea di Burlington sostiene che Donna Roberts, la donna di 65 anni è stata accusata di crudeltà verso gli animali. La donna pare che fosse stata arrestata lo scorso mese di novembre, adesso si trova sul banco degli imputati.

Il detective ha detto che i cani sono stati ritrovati sia all’esterno che all’interno della casa, tra rifiuti e escrementi. Entrando all’interno dell’appartamento, si è subito sentito un odore nauseabondo che era stato già avvertito in precedenza dai vicini di casa ed hanno denunciato questo stato di degrado in cui vivevano i cani.

Intervenuta sulla questione anche l’associazione per il benessere degli animali della Contea di Camden, che ha raccontato come durante i sopralluoghi si fosse trovata una quantità impressionante di pulci e giornali pieni di urina, che fungevano da lettiera per i cani e ci sarebbero voluti ben 48 ore per poter portare al sicuro tutti i cani e trovare per loro un alloggio sicuro.Ci sarebbe un precedente ovvero quattro cani ed un gatto sono stati ritrovati chiusi in congelatore insieme a cibi avariati. Altri cani sono stati trovati morti nel box dove avrebbero dovuto essere accuditi. Si tratta di uno scenario da canile lager quello dove si sono imbattuti i carabinieri di Ovada in provincia di Alessandria.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *