La fede con i diamanti le cade nel water, la ritrova sorprendentemente dopo 9 anni

Davvero incredibile ed a tratti surreale quanto accaduto ad una donna di nome Paula, la quale avrebbero perso la sua fede nuziale piena di diamanti, dopo che le è caduta nel water una mattina, mentre faceva pulizie. Per lei quello era più che un anello, ovvero era il simbolo dell’amore che la legava al marito Michael. I due avevano capito sin dal loro primo incontro che erano fatti l’uno per l’altro e così dopo un breve fidanzamento, avrebbero deciso di sposarsi. Il simbolo di questo amore era una fede di oro e diamanti dal valore di un milione che Paula portava sempre con se e che ha perso quando le è scivolato via. L’anello sarebbe caduto alla donna una mattina, mentre stava facendo le pulizie e da quel giorno aveva anche detto addio ad un gioiello che suo marito le aveva regalato per il loro ventesimo anniversario di matrimonio.

Perdere questo oggetto davvero prezioso è stato per la donna un duro colpo e a distanza di tanti anni continuava ancora a ripensarci. Un giorno decise di raccontare questa perdita ad un tecnico della ditta che stava effettuando una manutenzione della rete idrica, proprio vicino casa sua ad Atlantic City nel New Jersey. Ovviamente la donna era ignara del fatto che quella chiacchierata a distanza di tanto tempo le avrebbe riservato una sorpresa incredibile. A distanza quindi di anni quella chiacchierata con il tecnico un giorno di fine novembre, la donna avrebbe ritrovato un biglietto attaccato alla porta di casa con cui si chiedeva di contattare il dipartimento dei lavori pubblici della città.

«Ho pensato che dovessero fare degli interventi vicino a casa nostra e avessero bisogno di scavare nel nostro cortile o qualcosa del genere», ha dichiarato Paula. Però non stavano così visto che quando la donna ha contattato gli uffici dei lavori pubblici avrebbe avuto un tuffo al cuore, perché il tecnico al quale anni prima aveva parlato dell’anello lo aveva ritrovato sotto un tombino nel fango a circa 150 metri da casa sua. «Mentre stavo lavorando ho visto qualcosa di lucido nel fango, in mezzo ai detriti. Quando ho visto che era un anello mi sono ricordato di quella donna che nel 2015 cercava il suo anello. All’epoca le avevo promesso che se lo avessimo trovato glielo avremmo restituito, ma non credevo che sarebbe successo davvero», racconta l’uomo.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *