Saldi, Codacons, non è boom per gli acquisti, pesa l’incertezza

Nessuna impennata delle vendite durante i prossimi saldi estivi. E’ quanto stima il Codacons, che, come ogni anno, diffonde le previsioni sull’andamento degli sconti di fine stagione e la propensione alla spesa delle famiglie. “Al momento, non si registra un particolare interesse dei consumatori per i saldi e le aspettative dei commercianti rischiano di rimanere deluse – spiega il presidente Carlo Rienzi – il forte calo della fiducia delle famiglie e l’incertezza sul futuro del paese, congiuntamente alla data di partenza dei saldi fissata per sabato 6 luglio, quando cioè la maggior parte dei cittadini preferirà recarsi al mare, giocano un ruolo determinante sull’andamento delle vendite”. I negozianti sono ben consci di tale situazione, non a caso da un lato i saldi partiranno con percentuali di sconto elevatissime, fino al 50% già dai primi giorni di promozione, dall’altro numerosi negozi e catene commerciali hanno già da giorni anticipato la partenza dei saldi in tutta Italia, attraverso promozioni speciali alla propria clientela, anche per far fronte al forte calo delle vendite registrato nei mesi scorsi. A dare un sostegno non indifferente al commercio saranno tuttavia i turisti stranieri, specie russi, cinesi e giapponesi, che affolleranno boutique d’alta moda e outlet approfittando dei saldi. In base alle stime del Codacons, lo scontrino medio italiano si aggirerà attorno ai 65 euro a persona, e le famiglie acquisteranno pochi articoli e di importo contenuto.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *