Si erano amati per 2 mesi nel 1944, veterano a 98 anni ritrova il suo primo amore

Il primo amore non si scorda mai e non è soltanto un modo di dire, ma sembra essere la realtà dei fatti e la storia che stiamo per raccontarvi ne è la prova. Si erano amati per due mesi nel 1944 e si sono ritrovati a 98 anni. Il protagonista di questa vicenda è un veterano americano tornato in Normandia per partecipare alle commemorazioni e pare che in questa occasione sia riuscito a ritrovare una ragazza francese che aveva conosciuto nel 1944, grazie ad una foto che aveva conservato per tantissimo tempo e grazie anche all’aiuto dei giornalisti di France 2. Dopo circa 75 anni così Kara Troy Robbins e Jeanine Ganaye, si sono rincontrati. Ovviamente entrambi pensavano che non si sarebbero mai più rivisti, invece a distanza di tantissimi anni non soltanto si sono ritrovati, ma si sono anche baciati.

Ai tempi pare che si siano conosciuti ed amati soltanto per alcuni mesi nel 1944, quando entrambi erano molto giovani. Lui era un soldato di 23 anni e lei invece ne aveva soltanto 17. Il loro amore è durato soltanto poche settimane, poi dovettero separarsi, ma a distanza di 75 anni il veterano americano della Seconda Guerra Mondiale ha potuto riabbracciare il suo primo amore che oggi ha 92 anni. Dopo essersi ritrovati, in diretta tv lui le avrebbe detto: “Ti ho sempre amato Jeanine. Non hai mai lasciato il mio cuore”. Come abbiamo già detto in due pare che si siano incontrati in grazie a France 2, che ha contattato il veterano per girare un documentario Dedicato ai soldati che combatterono in Normandia ed in quell’occasione l’anziana avrebbe ricordato questa storia d’amore mai dimenticata con una ragazza di nome Jeannine.

Così France 2 avrebbe iniziato a cercare la donna in questione, scoprendo che si trovava in una casa di riposo in un comune francese del dipartimento della Mosella. Invitato così in Francia per le commemorazioni dello sbarco di Normandia, l’uomo ha ritrovato la donna e il loro incontro è stato piuttosto commovente ed ovviamente immortalato dalle telecamere. Entrambi si sono abbracciati e si sono baciati ammettendo di non essersi mai dimenticati l’uno dell’altro.

“Lui era in licenza e cercava qualcuno che gli lavasse i vestiti. Mia madre accettò di aiutarlo. Non potevamo comunicare troppo a causa della lingua, ma stavamo bene insieme. Ogni volta che era libero, veniva da me. Avremmo avuto bisogno di un po’ più di tempo”, ha ricordato Jeanine. “Durante la notte, scompare. Portato via da un camion. Ero molto triste, mi sarebbe piaciuto che dopo la guerra non tornasse in America. Quando si sta bene insieme, è davvero difficile lasciarsi”, ha aggiunto la donna.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *