Una bomba sconvolge ‘Una vita’, Rosina rischia di perdere il suo amato Liberto

Colpo di scena a Una vita. Nelle prossime puntate della soap spagnola più seguita di Canale 5, qualcuno fa e- splodere una bomba nella Galleria Alday di Samuel, proprio il giorno dell’inaugurazione. A piazzare l’ordigno è un uomo misterioso e lo fa scoppiare nel momento in cui gli invitati si trovano all’interno della struttura.

E un atto vile che mette a repentaglio la vita dei protagonisti della telenovela, accorsi per l’evento. L’esplosione, infatti, provoca tanti feriti, molti dei quali sono gravi: tra questi, Trini e Liberto.

Le preoccupazioni maggiori sono, però, per quest’ultimo: inizialmente, il marito di Rosina viene soccorso e trasportato d’urgenza in ospedale, dove il dottor Higinio sembra avere la situazione sotto controllo. All’improvviso, però, le cose si complicano e Liberto comincia a perdere sangue da un orecchio, costringendo il medico a sottoporlo a un intervento tanto delicato quanto rischioso.

Rosina è disperata e teme di restare vedova per la seconda volta nella sua vita: la speranza è che un miracolo salvi il povero marito. La donna, però, non sa che il dottor Higinio Baeza nasconde un oscuro segreto legato alla sua famiglia e alla loro domestica Casilda. Intanto, nella soap si consuma il dramma di Samuel: la sua galleria, dove ha investito tutti i risparmi di famiglia, è distrutta, e così per lui comincia un periodo di crisi.

Nel frattempo, la giustizia fa il suo corso e la guardia civile riesce ad arrestare il presunto colpevole, preso tra gli anarchici. Ma Samuel non è convinto che sia questa la verità: crede, infatti, che dietro la bomba si nascondano un altro colpevole e un’altra spiegazione. Riuscirà Samuel a trovare il responsabile ed essere risarcito per quanto ha subito? E Liberto? Le sue condizioni miglioreranno oppure la situazione finirà per precipitare lasciando da sola la povera Rosina? Lo scopriremo nelle prossime puntate della soap che, come sempre, riserveranno grandi sorprese ai telespettatori.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *