Veronica Maya sbarca sul grande schermo con la commedia Passpartù

Compleanno speciale per Veronica Maya. Il 14 luglio, la conduttrice spegnerà 42 candeline, ma i festeggiamenti – rigorosamente in famiglia – sono già cominciati.

Del resto, si sa, in casa Maya le celebrazioni hanno un peso speciale, come dimostrano le tre cerimonie di nozze col suo Marco. Ma c’è un altro motivo per essere allegri: a metà luglio, Veronica farà il suo debutto al cinema con il film Passpartù, insieme a Maurizio Mattioli.

«Per me conta solo la serenità» Veronica, come stai trascorrendo questo periodo speciale? «Dopo tanti festeggiamenti per il matrimonio, ho deciso di passare il compleanno in intimità con la mia famiglia, sulla costiera sorrentina dove abbiamo casa».

Qual è il regalo più bello che vorresti ricevere? «Mi interessa solo essere circondata dai miei tre bambini, che tra l’altro mi hanno scritto una letterina e fatto un disegno. Sono una persona poco legata alle cose materiali: ciò che conta è la serenità».

Qual è stata l’emozione più grande vissuta in questi giorni? «Quando, durante questa vacanza, ho sentito i miei figli parlare in inglese con un gruppo di persone in albergo. Questo fatto mi ha emozionata ed è stato un altro bel regalo che mi ha ripagata dei sacrifici fatti.

In più mi sono tolta ogni dubbio di aver fatto la scelta giusta iscrivendoli nella scuola internazionale». Si sa, tre è il numero perfetto ma… ti piacerebbe il quarto figlio? «Ci penso e ci ho pensato. Se capitasse sarei molto felice. Anche se so che è molto faticoso, se c’è posto per tre figli, c’è anche per il quarto. Comunque in questo momento stiamo bene così».

Come si tiene viva la passione dopo tre figli? «Con Marco, all’inizio della nostra storia abbiamo fatto talmente tutto in fretta che abbiamo ancora voglia di stare insieme come due fidanzati. Ci concediamo weekend da soli o andiamo a qualche serata mondana. Insomma, riusciamo sempre a riservarci del tempo per noi».

Qualcuno ti aiuta a gestire i bambini? «Sì, ho una tata che per noi è una di famiglia. Ci dà una mano nella quotidianità, anche se io e Marco siamo molto presenti con i nostri figli».

Come trascorrerete le vacanze estive? «A differenza degli anni scorsi, quest’estate non farò più la pendolare con Roma.
Per quanto fossi presente con i miei figli, non avevo tanto tempo per giocare e rilassarmi con loro. Ora, invece, me li sto godendo».

A 42 anni hai già realizzato molti progetti: qual è il tuo prossimo obiettivo? «Tra pochi giorni uscirà il mio primo film al cinema Passpartù, con Maurizio Mattioli. L’esperienza del set è stata divertente e mi ha dato grande adrenalina».

Come ti senti nei panni di attrice? «Molto bene, dato che prima di lavorare in tivù facevo l’attrice di teatro e di musical».
Ti manca un programma in televisione? «In questo mio mentono. Avevo bisogno di dedicarmi ad altro. Per esempio, a Natale uscirà un progetto discografico dedicato ai bambini. E poi ho una società di eventi».

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *