Neuromobile per disabili, arriva il veicolo che funziona con la forza del pensiero

Avete mai sentito parlare della neuromobile? Si tratterebbe di un veicolo elettrico che migliora la mobilità per i pazienti disabili e li aiuta soltanto grazie alla forza del pensiero. È questa l’ultima trovata della Scienza ed è frutto di un progetto che è stato portato avanti da un team di ingegneri russi dopo anni di lavoro. Ad oggi questa potrebbe rappresentare una vera e propria rivoluzione, soprattutto per tante famiglie e persone affette da disabilità. Questo progetto è stato portato avanti da un gruppo di ricercatori dell’università statale “N.I. Lobachevsky” di Nizhny Novgorod (Russia) e si tratterebbe di un veicolo comandato dal cervello, che prende il nome proprio di neuromobile.

Sostanzialmente si tratta quindi di un’auto speciale che agisce proprio grazie a tutta una serie di sensori che possono intercettare ogni movimento delle mani, degli occhi, dei piedi e rispondere di conseguenza con comando vocale. È previsto un parabrezza interattivo su cui poi viene montato uno schermo che permette di visualizzare tutte le informazioni circa lo stato del mezzo, del percorso quindi la velocità, la caricare ed i km effettuati.

Si può guidare indossando una tuta molto particolare che va a rilevare il movimento, unita ai dati provenienti dall’ attività cerebrale che viene registrato ad alcuni sensori. La velocità massima raggiunta sarà di 60 km orari e i primi Lotti dovrebbero essere distribuiti da partire dal 2022.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *