Omicidio Luca Varani, la Cassazione condanna Manuel Foffo a 30 anni

È arrivata la condanna a 30 anni di reclusione in via definitiva per Manuel Foffo, il quale è stato ritenuto il responsabile dell’omicidio volontario aggravato e di Luca Varani. Ricordiamo che quest’ultimo è il giovane che è stato assassinato in un appartamento sito nel quartiere Collatino di Roma nel mese di marzo nel 2016 dopo un festino avvenuto all’interno di questo immobile a base di alcool, sesso gay e droga.

Stando a quanto riferito, la prima sezione penale della Cassazione avrebbe rigettato il ricorso con la difesa di Manuel che aveva impugnato la sentenza di condanna emessa dalla corte di Assise di Appello di Roma lo scorso luglio 2018. Va detto quindi non ci sarebbero più dubbi, ad uccidere il povero Luca Varani furono Foffo che è stato giudicato con rito abbreviato e il suo amico Marco Prato il quale è morto suicida nel carcere di Velletri, poco prima del processo.

Il sostituto procuratore della Cassazione Simone Perelli nella requisitoria avrebbe parlato di questo delitto definendolo un abisso umano con un senso di perversione che ripugna e proprio per questo era stata chiesta una condanna dichiarando inammissibile il ricorso con cui la difesa affermava che Foffo non fosse capace di intendere e di volere.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *