Acido dal soffitto della metro A, uomo ustionato alla stazione Spagna

Due giorni fa un uomo è rimasto completamente ustionato dall’acido caduto dal soffitto della metro A di Roma. E’ questo quanto accaduto circa 2 giorni fa presso la stazione Spagna e ad essere rimasto ustionato è stato Cesare Fazioli, un uomo di 72 anni ex ristoratore e con un passato da attore, dopo essersi seduto su uno dei sedili rigidi in attesa che arrivasse la metro. L’uomo avrebbe denunciato di essersi bagnato con del liquido e di avere poi avvertito immediatamente un dolore piuttosto atroce. Poi secondo il racconto si sarebbe alzato dalla sedia e avrebbe capito che qualcosa effettivamente non andava perché aveva i glutei che bruciavano davvero fortissimo in modo lancinante.

“Mi veniva da strapparmi di dosso i vestiti, sentivo la pelle che a contatto con i pantaloni del completo friggeva“, ha dichiarato l’uomo. L’ex ristoratore racconta di avere immediatamente capito che la tasca del suo pantalone si era lacerata e nel contempo avrebbe anche subito un furto, perché nella confusione gli sono caduti per terra delle carte di credito e documenti ed una ragazzina molto probabilmente una rom, si è chinata per aiutarlo ma effettivamente le sue intenzioni pare non fossero così tanto buone. Infatti  l’uomo si sarebbe accorto subito dopo che gli mancavano dei contanti, circa €400. ” Così più tardi ho pensato addirittura che quel liquido corrosivo, i pantaloni strappati, il portafoglio che casca, fosse il frutto di un pericolosissimo stratagemma escogitato per depredare turisti e pendolari sulla metro”, ha dichiarato ancora l’uomo.

Una volta poi tornata a casa,  l’uomo si sarebbe accorto di avere i glutei completamente bruciati e quindi è tornato presso la stazione per controllare meglio ed effettivamente pare ci fosse ancora del liquido che con attenzione ha pulito, prelevando un campione e portandolo in ospedale e dai Carabinieri per fare la denuncia. «Se a contatto con quell’acido ci fosse stato un bambino, la sua pelle sottile sarebbe stata divorata fino all’osso», questo quanto riferito dai medici. Il referto parla di ustione nella regione glutea dopo contatto con sostanza caustica non nota e la prognosi è stata di 10 giorni ed ovviamente tutta una serie di meditazioni in ambulatorio.

«La mia mente è andata subito a quelle mamme che, di solito, per fare stare buoni i bambini aspettando il treno, li fanno sedere e ho rabbrividito», ha detto il 62enne. Adesso saranno interrogati i tecnici dell’Atac per poter valutare la caduta ed anche se effettivamente ci fosse una reale correlazione con le ustioni che sono state riportate dal ristoratore. Gli inquirenti hanno sequestrato gli slip dell’uomo che sono stati corrosi da questa sostanza sospetta.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *