Troppo gelosa della sorella, seduce il padre e ha una storia di sesso con lui: scoperti

Troppo gelosa della sorella, seduce il padre e ha una storia di sesso con lui: Scoperti. La notizia è stata riportata dal sito cosedadonna.cloud. Una storia folle che, una volta uscita allo scoperto, ha sconvolto l’intera comunità. Due sorelle hanno avuto una violenta lite su chi potesse ospitare prima il loro padre. Fin qui sembra tutto normale. Ma nulla è come appare in questa vicenda.

E sì perché ora una di loro e il padre, sono dietro le sbarre per un reato orribile: incesto. Travis Fieldgrove, 39 anni, e la figlia Samantha Kershner, 21 anni, sono accusati di avere avuto rapporti sessuali. Il fatto è accaduto a Grand Island, nel Nebraska, Stati Uniti. Ma non solo, le stesse accuse le avevano ricevute anche dalla polizia di Hastings dopo che i due avevano dichiarato di essersi sposati. Samantha, cresciuta con la mamma, ha incontrato per la prima volta Travis a 17 anni.

“Quando mia madre mi disse per la prima volta chi era mio padre”. Non lo aveva mai conosciuto prima di allora. La polizia ha iniziato ad indagare sulla coppia dopo le denunce della donna. Travis ha negato di essere il padre di Samantha, ma i test del Dna hanno dimostrato una compatibilità del 99,99%.

I documenti raccontano anche che la ragazza ha spiegato il motivo per cui ha rapporti sessuali con il padre: “Per una gelosa competizione con la sorellastra”. La polizia ha aggiunto: “I due hanno una relazione intima dal settembre del 2018 e nonostante le prove che Fieldgrove sia il genitore paterno, hanno proseguito la loro relazione.

Le prove che portano all’arresto suggeriscono che Fieldgrove e Kershner erano a conoscenza del legame biologico prima di entrare in intimità, e inoltre si sono sposati dopo essere venuti a conoscenza delle indagini sul loro conto”.

La legge dello Stato considera i matrimoni incestuosi come “assolutamente nulli”. Fieldgrove e Kershner sono detenuti nella prigione di Hall County e potrebbero essere rinchiusi fino a otto anni ciascuno, se condannati.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *