Ventimiglia, sindaco rimuove la fontana dove bevevano e si lavavano i migranti

Vietato l’utilizzo di una fontana ai migranti e ai senza fissa dimora. L’ultimo episodio di discriminazione riguarda Ventimiglia, dove il sindaco Gaetano Scullino, 72 anni, a capo di una giunta di destra con una connotazione decisamente leghista – ha deciso di far rimuovere una fontanella all’ingresso del parco intitolato a monsignor Tommaso Reggio poiché lì immigrati e clochard sovente si dissetavano o rinfrescavano la mattina presto o la sera tardi.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *