New York, pescato pesce con “due bocche”. La foto fa il giro del mondo

Un pesce con due bocche è stato pescato al largo di New York? Così sembrerebbe, almeno dando una prima occhiata a una fotografia diventata virale sui social network e che – almeno per qualche momento – a molti è sembrata essere una bufala. Invece no: qualche giorno fa la pescatrice Debbie Geddes ha visto abboccare alla sua lenza lo strano pesce, un esemplare di trota che non ha esitato a fotografare per la stranezza dell’apparente “doppia bocca”: “Quando ha abboccato, mi è sembrato di aver preso un buon pesce”, ha dichiarato Geddes, che vive a Plattsburgh. “Quando l’abbiamo preso sulla barca non riuscivo a credere a quello che stavo vedendo! Due bocche! Eppure questo pesce era sano! Abbiamo rapidamente scattato alcune foto e rilasciato il pesce”.

Adam Facteau, un collega della pescatrice, ha visto le foto e le ha pubblicate online sulla pagina Facebook di Knotty Boys Fishing, da dove è stata condivisa migliaia di volte. Le tesi sull’origine di questa trota con due bocche sono state le più disparate e fantasiose: qualcuno ha sostenuto che l’esemplare avrebbe subito una mutazione genetica e chi addirittura pensa possa essere Champy, un mostro mitologico che vivrebbe nel Lago Champlain.  Ma la vera causa potrebbe essere un po ‘più banale: muscoli e pelle strappati. “Tutti i pesci hanno, dietro le loro fauci, una serie di arcate di branchie e un arco ipoide – ha detto all’Independent il dottor Ralf Britz, un ricercatore di pesci presso il Museo di storia naturale di Londra – Ciò che sembra essere accaduto a questo pesce, forse a causa di un difetto alla nascita o più probabilmente un infortunio, è che la pelle e il muscolo che copre questi archi e li collega alle mascelle inferiori è stato perso e ha lasciato la struttura scheletrica esposta”.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *