Giuseppe Conte: “La stagione con la Lega è chiusa e non si riaprirà”

Mentre proseguono le trattative fra il Partito Democratico e il Movimento 5 Stelle, torna a parlare anche il Presidente del Consiglio dimissionario Giuseppe Conte. Dal G7 di Biarritz, Conte conferma che “la stagione con la Lega è chiusa e non si riaprirà”, lanciando indirettamente un segnale anche al segretario del Partito Democratico Nicola Zingaretti, il quale continua a mostrare perplessità su un ipotesi di un Conte bis. Sul punto, aggiunge: “Non è una questione di nomi ma di programmi, mi auguro che i leader lavorino intensamente per una soluzione alla crisi”.

Sempre più nel vivo la trattativa tra il Pd e M5s per la formazione di un nuovo governo. Il nodo principale sembra essere quello sulla conferma di Conte premier. I grillini chiedono infatti che “l’avvocato degli italiani” resti Primo Ministro, mentre Zingaretti ribadisce che “serve discontinuità”. I dem pretendono inoltre che il M5s chiudano il “secondo forno”, ovvero il dialogo con la Lega.

“Noi crediamo che sia importante
aprire con tutte le nostre forze una nuova fase politica – ha aggiunto Nicola Zingaretti-. E’ necessario dare vita ad un governo di svolta, per il lavoro, la crescita, lo sviluppo, che affronti la situazione politica con un nuovo modello per aprire una nuova stagione. Per questo abbiamo chiesto un governo in discontinuità con quello che ci ha visto tra gli oppositori”.

A rimettere in gioco Giuseppe Conte – poco gradito al Pd che pretende discontinuità, a partire da una figura ‘terza’ a palazzo Chigi – ci ha pensato Beppe Grillo. “Conte è il primo in tanti anni che nessuno riesce a deridere. Sembra che nessuno voglia perdonargli la sua levatura e il fatto che ci abbia restituito una parte della dignità persa di fronte al mondo intero. Qualsiasi cosa che preveda di scambiare lui, come facesse parte di un mazzo di figurine del circo mediatico-politico, sarebbe una disgrazia. Ora ha pure un valore aggiunto, l’esperienza di avere governato questo Paese. Benvenuto tra gli Elevati”.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *