Scossa di terremoto in Italia: terrore tra la gente

La terra torna a tremare in Italia. Una scossa di magnitudo 3.5 è stata registrata a Rieti. Il sisma è stato avvertito chiaramente in città. Erano le 15 e 18 quando la terra ha tremato. L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia stima al momento la sua intensità 3.5 in un’area della provincia a nord di Rieti.

La scossa è stata avvertita chiaramente anche ad Amatrice. E, dopo quanto accaduto qualche anno fa, è tornata la paura. Al momento, per fortuna, non si registrano danni a persone o cose ma il terrore che il disastro si ripeta c’è.

Gli eventi sismici del Centro Italia del 2016 e 2017, definiti dall’INGV sequenza sismica Amatrice-Norcia-Visso, sono iniziati esattamente 3 anni fa, ad agosto 2016 con epicentri situati tra l’alta valle del Tronto, i Monti Sibillini, i Monti della Laga e i Monti dell’Alto Aterno. La prima scossa molto forte si è avuta il 24 agosto alle 3:36: magnitudo 6 ed epicentro tra i comuni di Accumoli (RI) e Arquata del Tronto (AP).

Ma non è finita lì. Due poderose repliche sono avvenute il 26 ottobre 2016 con epicentri al confine umbro-marchigiano, tra i comuni della provincia di Macerata di Visso, Ussita e Castelsantangelo sul Nera (la prima scossa si è verificata alle 19:11 ed era di magnitudo 5.4 e la seconda ha avuto luogo alle 21:18, in quel caso la magnitudo fu si 5.9). Il 30 ottobre si è registrata la scossa più potente di tutte, quella con epicentro tra Norcia e Preci e magnitudo 6.5.

A gennaio 2017 la terra è tornata a tremare: sono state infatti registrate quattro nuove scosse di magnitudo superiore al 5. Quel sisma fu tremendo e creò danni che tuttora non sono stati sanati. Qualche numero: 41 000 sfollati, 388 feriti e 303 morti, dei quali 3 morirono per via indiretta (causa infarto per lo spavento). Il dolore è ancora vivo. Così come è vivo il desiderio che quei piccoli borghi del Centro Italia possano essere ricostruiti.

 

[STIMA #PROVVISORIA] #terremoto Mag tra 3.4 e 3.9 ore 18:52 IT del 17-08-2019, prov/zona Forlì Cesena #INGV_22882061 https://t.co/QSEAqeg269

— INGVterremoti (@INGVterremoti) 17 agosto 2019

Il 23 agosto, in occasione dell’anniversario del terremoto, ad Amatrice è stata celebrata una veglia per ricordare le vittime di quel sisma che ha sconvolto tutto il centro-Italia. A presiedere le liturgie Domenico Pompili. Il sisma di queste ultime ore ha terrorizzato la popolazione che ha fatto fatica e fa ancora fatica a dimenticare ciò che è successo 3 anni fa.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *