La durissima reazione di Matteo Salvini dopo i risultati del voto su Rousseau

Il leader della Lega, Matteo Salvini, commenta con un post su Facebook i risultati del voto sulla piattaforma Rousseau con cui gli attivisti del Movimento 5 Stelle hanno dato il via libera all’accordo di governo con il Pd: “Il governo delle poltrone dura poco, non possono scappare dal voto per sempre. A testa alta, pronti a difendere gli Italiani e a tornare a vincere! Onore e dignità valgono più di 100 ministeri”, conclude aggiungendo l’hashtag #maicolPd. Rilanciando una diretta Facebook, poi, Salvini scrive: “Il governo dei No e delle poltrone non va lontano, non potranno scappare dalle elezioni (quelle vere) all’infinito: l’Italia merita di meglio, noi ci prepariamo”.

Salvini attacca Pd e M5s sulla nascita del nuovo governo: “Sono felice che la Lega sia fuori da questo mercato delle vacche vergognoso. Non vi invidio, avete un fegato che io non ho a fare un governo con Renzi e la Boldrini”. Il leader leghista continua: “In questo momento Renzi, Grillo, Di Maio e Boschi saranno al telefono per spartirsi ministeri, sottosegretari e io sono orgoglioso che la Lega sia fuori da questo mercato delle vacche disgustoso”. Sul voto di Rousseau aggiunge: “Questo governicchio è sostenuto da 60mila militanti che hanno votato su Rousseau, ma è più serio chiedere il parere a 60 milioni di italiani”.

Poi un affondo al Movimento 5 Stelle: “Il partito nato per combattere la casta diventa più casta della casta. Sentivo Di Maio in difficoltà. Per essere un presunto vincitore non mi sembra avere il viso e il fisico del vincitore. E poi continuava con i no, hanno detto no al petrolio e a i nuovi termovalorizzatori. Pd e M5s si dicono a vicenda ‘mi fate schifo’, ma l’importante per loro è non andare a votare. Perché se per caso andiamo a votare vince la Lega”. Un altro attacco il leader del Carroccio lo riserva alla futura squadra di governo: “Pare che la lista dei ministri arrivi un po’ da Berlino e un po’ da Parigi, con il bollino blu come la Chiquita”.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *