Mondo dello sport sotto choc, la campionessa di sci trovata morta

L’ex campionessa di sci alpino, Blanca Fernandez Ochoa, scomparsa da 12 giorni, è morta. Il corpo senza vita della 56enne spagnola è stato ritrovato questa mattina nella zona di Las Dehesas de Cercedilla in Spagna dove si concentravano le ricerche della medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Albertville del 1992, che era stata vista per l’ultima volta in un supermercato della zona. La notizia è stata confermata dal portavoce della polizia spagnola. Non sono ancora state chiarite le cause del decesso. Blanca Fernández Ochoa, 56 anni, è scomparsa il 23 agosto scorso. Si era allontanata per fare un’escursione in solitaria da cui non è tornata. La sua macchina è stata ritrovata nel Parco Naturale Dehesasil, poco lontano dal municipio di Cercedilla, nella valle di Fuenfria.

Specialista delle prove tecniche, in attività tra la fine degli anni Ottanta e nel successivo decennio, Blanca Fernández Ochoa, è stata una delle poche sciatrici spagnole a vincere in Coppa del Mondo (ha ottenuto successi sia in slalom gigante che in slalom speciale).

Ha anche vinto la medaglia di bronzo nello speciale ai Giochi Olimpici di Albertville nel 1992. Anche i suoi fratelli e sorelle sono stati sciatori alpini di livello olimpico. Francisco, il maggiore, è morto nel 2006. Debuttò in campo internazionale partecipando, non ancora diciassettenne, ai suoi primi Giochi olimpici invernali, Lake Placid 1980, dove si classificò 18ª nello slalom gigante. Nella stagione successiva Blanca Fernández Ochoa ottenne il primo piazzamento in Coppa del Mondo (15ª nello slalom gigante di Zwiesel del 4 febbraio) e s’impose ai vertici della Coppa Europa.

A fine stagione risultò vincitrice della classifica di slalom gigante e 3ª sia in quella generale, sia in quella di slalom speciale. Continua dopo la foto Ai XIV Giochi olimpici invernali di Sarajevo 1984, dopo essere stata portabandiera della Spagna durante la cerimonia di apertura, fu 6ª nello slalom gigante e non completò lo slalom speciale. Poco più tardi, il 21 marzo a Zwiesel, ottenne il suo primo podio in Coppa del Mondo: 3ª in slalom gigante.

Ai Mondiali di Vail 1989 ottenne il suo miglior piazzamento iridato in carriera, 4ª nello slalom speciale, e si piazzò 7ª nello slalom gigante. Nel corso della sua ultima stagione agonistica, 1991-1992, ottenne la sua ultima vittoria in Coppa del Mondo, il 1º dicembre nello slalom speciale di Lech, e partecipò ai XVI Giochi olimpici invernali di Albertville 1992

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *