Reazione a Catena si ferma, la preoccupazione dei fan per Marco Liorni

In questi mesi abbiamo avuto modo di scoprire un nuovo Marco Liorni grazie alla conduzione del quiz show Reazione a Catena, in onda su Rai 1. Nel corso delle ultime ore però ecco che arriva una notizia che fa preoccupare i fan, chi fermato Reazione a Catena?

Reazione a Catena vs Caduta Libera

Durante la stagione estiva della televisione italiana, abbiamo avuto modo di vedere due quiz show a confronto: ovvero Reazione a Catena vs Caduta Libera.

I due programmi in questione hanno collezionato una serie di ascolti record continui che hanno fatto sì che il pubblico si affezionasse molto a loto. Il tutto però non finisce qui. Il successo dei due programmi in questione è stato reso possibile anche dalla conduzione affidata a Gerry Scotti, volto amatissimo di Mediaset, e Marco Liorni, il quale si è rivelato una vera e propria scoperta in casa Rai. Ma, purtroppo, l’estate sta finendo e ogni cosa comincia a tornare al suo posto, compresi i programmi televisivi.

Reazione a Catena si ferma?

Come abbiamo appena avuto modo di annunciare, la fine della stagione estiva annuncia il ritorno alle abitudini invernali di ognuno di noi. Una cosa questa che si riflette anche nella televisione italiana se consideriamo l’inizio delle nuove stagioni dei programmi televisivi.

Non a caso, anche se a male in cuore, anche Reazione a Catena si ferma, come succederà a Caduta Libera. I due quiz show daranno spazio ai quiz che hanno sostituito in questi mesi. Non a caso, su Rai 1 è pronto a fare il suo ingresso trionfante per una nuova stagione ricca di successi Flavio Insinna ancora per un anno al timone de L’Eredità. Quanto detto però pone l’attenzione su un altro aspetto: cosa succederà adesso a Marco Liorni, sarà nuovamente allontanato dalla Rai nonostante il successo ottenuto?

“Mi auguro che…”

Il futuro di Marco Liorni in Rai è ancora un po’ incerto ma non messo in discussione. Come riportato da TV Blog, il conduttore televisivo ha dichiarato: “Mi auguro che nella prossima stagione televisiva si parli diversamente degli ascolti, perché gli ascolti sono molto importanti, ma in realtà non è una partita di calcio, perché dipendono da tante cose, puoi ottenerli in mille modi. Io penso che un po’ tutte le persone che fanno gli osservatori, come voi che vi occupate di televisione, dovrebbero un attimino parlare di cosa va in onda. A volte vedi un numero, ma non sai neanche cosa quelli hanno mandato in onda. Questo non va bene. Specialmente la RAI ha degli obblighi che deve assolutamente ottemperare. Quindi spero che sugli ascolti cambino un po’ le cose, che siano tutti un po’ più rilassati”.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *