Antonio Banderas dice addio ad Hollywood

Quando l’avevamo intervistato l’ultima volta ce l’aveva anticipato: «Sogno di occuparmi del teatro di Malaga, la mia città». Ora sembra che il sogno sia diventato realtà e Antonio Banderas, che dal 18 ottobre torna al cinema in The Laundromat, di Steven Soderbergh, ha annunciato che sta per cambiare vita: «Lascio Hollywood e torno a casa». A spingerlo a prendere la decisione, dice, è stato l’infarto che l’ha colpito tre anni fa e gli ha cambiato la vita per sempre.

Ci aveva confessato: «Sono diventato consapevole della mia fragilità e che tutto può finire da un momento all’altro». Ora chiarisce meglio il concetto: «In ospedale, dopo l’inserimento di tre stent, un’anziana infermiera mi aveva detto: “A breve ti sentirai triste e diventerai più emotivo”. Ho pensato: figurati se cado in depressione proprio ora che mi sono salvato. Invece aveva ragione e Pedro Almodovar si è accorto subito della mia fragilità sul set di Dolore e gloria e mi ha detto: “Usa quel dolore, non nasconderlo”». Il risultato si è visto: con
quel film Banderas ha fatto un salto di qualità come attore e la pellicola è stata premiata a maggio con la palma d’oro a Cannes.

Già da un po’, comunque, Banderas si era allontanato dalla California, da quando era finito il matrimonio ventennale con Melanie Griffith – era il 2015 – e con l’inizio della relazione con la consulente finanziaria olandese Nicole Kimpel. Con Nicole trascorre sempre più tempo nelle ville al di qua dell’oceano: a Marbella e a Londra. A Malaga l’attore ha comprato l’antico teatro Ala- meda per trasformarlo nel nuovo Teatro del Soho Caixabank, che il 14 novembre apre i battenti con il musical A Chorus Line, nel quale lui è regista e protagonista. «Il teatro è l’amore della mia vita», dice, «è come una donna che ho trascurato troppo a lungo e ora mi reclama. Il momento più felice della carriera è stato infatti sul palco di Broadway per il musical Nine, ispirato a 8 e 1/2 di Fellini». Questo non significa che non farà più cinema, anzi, ha molti progetti, tra cui il film su Lamborghini, che uscirà nel 2020.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *