Papa Francesco mette all’asta la ‘sua’ Lamborghini: venduta per una cifra record

Papa Francesco ha venduto la Lamborghini Huracan da 580 cavalli che gli era stata donata dalla casa modenese il 15 novembre 2017. Oggi il Santo Padre ha incontrato il presidente della stessa Lamborghini e i responsabili di Omaze che hanno curato la vendita all’asta, per beneficenza. Era presente anche il vincitore dell’auto, un cittadino della repubblica ceca. È stato consegnato al papa un assegno simbolico di circa 900.000 euro; 200.000 euro saranno per la ricostruzione del seminario e di un asilo ad Haiti, distrutti dal sisma del 2010. Lo riferisce il portavoce Vaticano Matteo Bruni. Bergoglio, nell’incontro con il presidente della Lamborghini, ha citato il Vangelo di Matteo al capitolo 25 e ha sottolineato come “la generosità di questo gesto di carità, che raggiunge direttamente i più poveri, corrisponda alle parole del passo evangelico” riferisce Bruni.

Un asilo e un centro polivalente in Iraq

In passato Papa Francesco aveva già destinato alcune somme versate: alla comunità Papa Giovanni XXIII (donne vittime della tratta e della prostituzione) nel decennale della morte di don Oreste Benzi e nel 50° anniversario (nel 2018) della fondazione della Comunità (300.000 euro); alla fondazione “Aiuto alla Chiesa che soffre” per la ricostruzione della piana di Ninive (200.000 euro); a due associazioni indicate dalla casa automobilistica: amici Centrafrica onlus e Gicam (160.000 euro).

La Lamborghini di Papa Francesco

La Huracan LP580-2 donata dalla Casa di Sant’Agata è di colore bianco con strisce in Giallo Tiberino, un chiaro richiamo ai colori della bandiera di Città del Vaticano: l’abbinamento cromatico è ripreso anche dagli interni di pelle nera e bianca con impunture gialle a contrasto. Durante la consegna della coupé Sua Santità aveva firmato il cofano anteriore della sportiva, un dettaglio che ha contributo a far lievitare sicuramente il prezzo di vendita.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *