Moglie rifiuta un rapporto: la reazione del marito è sconvolgente

Una famiglia in cui c’era un bambino di due mesi è morta dopo che un padre si è dato fuoco perché sua moglie era troppo stanca per fare sesso con lui dopo il parto.

Poliziotti dicono che Kong Chamnang, 34 anni, si è rinchiuso nella casa di famiglia, nella foto, ha versato benzina su di sé e si è dato fuoco mentre sua moglie, Chy Srey Mamma, 33 anni, e il loro figlio di due mesi Meta, dormivano in un’altra stanza.

Tutti e tre hanno perso la vita nell’incendio che ha distrutto la casa nel villaggio di Svay, nel distretto di Puok, nella provincia di Siem Reap, nel nord-ovest della Cambogia.

Queste immagini mostrano i resti carbonizzati della loro casa di famiglia.

I vicini hanno detto ai poliziotti che Chamnang aveva chiesto sesso a sua moglie, ma lei si era rifiutata perchè troppo stanca dopo aver partorito e perchè avrebbe dovuto prendersi cura del bambino.

Il capo della polizia del distretto di Puok, Tep Pumsen, ha detto che la mamma aveva poco prima fatto irruzione nella casa di un vicino portando il bambino e implorando il vicino di parlare al marito delle sue continue richieste di sesso.

Chamnang, un operaio edile, era apparentemente diventato sempre più arrabbiato e frustrato dal divieto di sesso, accusando persino la moglie di avere una relazione con un altro uomo.

Il capo Pumsen ha detto: “Un vicino ha detto che l’incidente è avvenuto perché il marito ha chiesto alla moglie un rapporto, ma sua moglie non era d’accordo perché era debole, avendo appena dato alla luce il loro figlio”.

Il vicino ha detto alla polizia che in seguito hanno visto Chamnang tornare a casa con due lattine di benzina da quattro litri.

Chiuse a chiave la porta dall’interno, si cosparse di benzina e appiccò il fuoco, mentre i genitori di sua moglie erano fuori a parlare con i vicini preoccupati.

I vigili del fuoco sono arrivati sulla scena prima possibile ma non sono stati in grado di controllare le fiamme in tempo per salvare la famiglia di tre persone.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *