Uomini e Donne, problemi di salute per Gianni Sperti dopo l’India: i fan in allerta

In queste ultime ore sembra ci sia molta apprensione per la salute di uno degli storici volti di Uomini e Donne, il programma ideato e condotto da Maria De Filippi. Non stiamo parlando di tronisti e corteggiatori, ma di un opinionista. Avete capito chi? Stiamo parlando di Gianni Sperti, il quale nelle ultime settimane sembra aver soggiornato a lungo in India, viaggio che è stato abbastanza documentato dal ballerino di Manduria sul suo profilo social. «I Miss India! Ogni viaggio lo vivi tre volte: quando lo sogni, quando lo vivi e quando lo ricordi!», questo quanto scritto dallo stesso Gianni sul suo profilo Instagram ,volto noto della storica trasmissione di Maria De Filippi tornato proprio nella giornata di ieri lunedì 16 settembre in onda, dopo la pausa estiva.

Ebbene Gianni Sperti ha pubblicato uno scatto che lo ritrae in compagnia di alcuni bambini del posto con i piedi nelle acque del fiume Ganga.  Questo scatto ha preoccupato tantissimo i fan che si sono subito allertati per il timore di malattie  ed effettivamente in tanti hanno chiesto all’opinionista se avesse contratto dei rossori e irritazioni o escoriazioni gravi. Un fan ha domandato  «Fare il bagno nel fiume Ganga comporta non pochi rischi per la salute!», e poi ancora «Detersivo? Hai avuto un gran coraggio!», ha detto un altro; «Gianni, nel Gange buttano i cadaveri anche, è rischiosissimo!», ha affermato un follower.

Su questa faccenda è intervenuta anche la collega Tina Cipollari che con la sua solita ironia pare abbia scritto alcuni commenti proprio sotto questa foto. Tina commentando lo scatto avrebbe scritto: «Non ce la posso fare. Purificati bene! In queste acque cristalline…». Gianni però, sembra abbia preferito il silenzio ed infatti non ha risposto a nessuno, anche perchè lo scatto in questione era accompagnato da una lunga didascalia.

«Gange. Migliaia di persone si immergono nel Gange, si lavano con l’acqua di questo fiume a loro sacro, ho anche visto gente che lavava i panni sulla riva del fiume, li cospargevano di detersivo sbattendoli sul pavimento e poi li sciacquavano. La scena più emozionante resta quella della candela che delicatamente appoggiano sull’acqua, un omaggio al fiume sacro. Così mi sono fatto coraggio, superando i miei limiti mi sono completamente immerso nel Gange ed anche io gli ho affidato la mia candela dandogli un mio personale significato!». Questa la lunga riflessione di Gianni postata nella didascalia di una foto che lo vede completamente immerso nel fiume con in mano una candela.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *