Sassuolo, figlia denuncia il padre: “Mi picchia perché esco con un italiano e mi violenta da anni”

I Carabinieri della Compagnia di Sassuolo hanno arrestato un cittadino straniero di anni 51, operaio, in seguito a un provvedimento di custodia cautelare in carcere emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Modena su richiesta del Sostituto Procuratore della Repubblica, la dottoressa Monica Bombana. La triste vicenda è nata dal coraggio della figlia dell’arrestato, di poco più di 18 anni, la quale, stanca di subire continui maltrattamenti posti in essere da suo padre, ha trovato finalmente la forza di recarsi dai Carabinieri e raccontare tutto.

Il cinquantunenne non approvava la frequentazione di sua figlia con un giovane italiano e, per questa ragione, lo scorso mese di agosto l’aveva picchiata con un tubo in gomma, procurandole lesioni per le quali era stata costretta a ricorrere alle cure dei medici dell’ospedale. Nel racconto della giovane in merito a quanto accaduto, tuttavia, sono emersi altri più gravi episodi di maltrattamenti e violenze, anche sessuali, che la ragazza  sarebbe stata costretta a subire dal padre, già dall’età di tredici anni.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *