Donna morde i testicoli del cammello per sfuggire all’animale dopo aver invaso il suo recinto

Prima si è introdotta nel recinto di un cammello senza autorizzazione e poi, quando l’animale innervosito le è saltato addosso, non ha trovato altro di meglio che mordergli i testicoli per sfuggirgli. È l’assurda impresa di una donna statunitense della Florida che ha ignorato ogni divieto di avvicinarsi all’animale innescando una serie di incidenti che potevano finire con conseguenze molto più serie. L’episodio mercoledì scorso in un piccolo recinto allestito in un’area  di sosta per veicoli vicino all’Interstate 10 a Grosse Tete, nello Stato della Louisiana. Come raccontano i giornali locali, la donna è arrivata con marito e cane al seguito e si è diretta subito vero il cammello, usato come attrazione e per questo anche al centro di numerose polemiche degli animalisti.

Incurante dei cartelli di divieto i due hanno lanciato dei bocconi di cibo all’animale che hanno attirato il loro cane che è entrare dentro. Quando quest’ultimo non ha voluto saperne di uscire, sono entrati anche loro scavalcando la recinzione e facendo così innervosire l’animale. I due hanno cercato di scacciare in malo modo il cammello che per reazione si è avvicinato e si è seduto sulla donna. Intrappolata sotto il cammello, la donna ha fatto l’unica cosa che in quel momento le pareva sensata: mordere i testicoli dell’animale. Fortunatamente nessuno si è fatto male, la donna ha riportato leggere escoriazioni e il cammello sembra sia in perfetta forma.

“Il cammello non ha fatto nulla di male, faceva quello che fa tutti i giorni, sono loro che sono stati aggressivi” ha spiegato lo sceriffo della locale contea chiamato a indagare sull’incidente. Completamente scagionati anche i proprietari del’animale che avevano affisso cartelli ovunque mentre i due maldestri coniugi sono stati denunciati per aver violato un divieto e non aver tenuto il cane al guinzaglio.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *