Laura Torrisi, con la musica ho sconfitto le mia paure

In questi mesi di prove e allenamenti ho avuto un giudice severo: mia figlia Martina. I primi tempi mi sentiva cantare per casa e mi diceva: “Mamma, hai rotto!”. Dopo la prima puntata, invece, mi ha detto brava. Con la sua vocina, con quello sguardo emozionato, quasi commossa. E il mio cuore scoppiava di gioia». A un certo punto, lo scorso sabato, il 21 di settembre, sui social impazzava l’hashtag #teamtorrisi.

E via di complimenti, parole scritte da nord a sud dell’Italia, orecchie che ascoltavano esplodere non la vocina di Martina, ma la voce strepitosa, sorprendente di Laura Torrisi. Laura, professione attrice, ha scelto di raccontarsi al pubblico mostrando un altro suo talento, forse un dono che, fino a oggi, aveva tenuto nascosto e mostrato solo ad amici e parenti più stretti: il canto. Laura, concorrente della squadra blu, che schiera come tutor Alberto Urso, vincitore dell’ultima edizione di Amici, ha accettato la scorsa estate la proposta di Maria De Filippi e oggi, quindi, è una concorrente della prima edizione di Amici Celebrities .

Ed è bastata un’esibizione sulle note di Nonno Hollywood (canzone di Enrico Nigiotti, ndr) per conquistare il cuore dei suoi compagni di squadra, del pubblico e di chi non conosceva questa sua magia.

Domanda. Laura, fino a oggi, qual è stato il momento più facile e il più difficile di quest’avventura? R. «Non c’è stato un momento facile in questo percorso (sorride, ndr). Sin dai tempi della chiamata di Maria è stato tutto in salita per me perché non ero convinta di voler partecipare, per la mia paura di esibirmi in pubblico. Quest’ultimo, per esempio, è un motivo per il quale ho rifiutato tante volte di recitare a teatro». D. Allora le chiedo: come si è lasciata convincere? R. «Merito della passione che ho per il canto. Mi è sembrata un’ottima occasione per provare a superare paure e timidezze e poi sono state importanti, fondamentali, la fiducia di Maria insieme con quella di mia figlia Martina per far sì che io sia qui oggi». D. Durante la prima esibizione singola, ha cantanto Nonno Hollywood. Ha pianto, prima che partisse la base, ha abbracciato il microfono in modo forte, stretto. Quanto era coinvolta? R. «Le spiego: mio nonno era un contadino, vivaista, amante delle piante e della natura. Passavo ore nella sua serra d’estate, quando andavamo a trovarlo durante le vacanze estive (abitavano in Sicilia, vicino a Catania, ndr), il mio pollice verde lo devo a lui e a mia nonna. Diciamo che il mio cuore a volte ritorna indietro a quelle estati e sorride di momenti felici (si commuove, ndr)». D. Il primo commento a caldo di sua figlia Martina qual è stato? R. «Sei stata bravissima mamma, si vede che ti piace fare la cantante!». D. Il percorso di cantante può diventare un qualcosa da affiancare alla sua carriera da attrice? O resterà una passione? R. «Per me sarebbe meraviglioso! Prima, però, devo superare la mia paura del palco e spero che quest’esperienza tra “professionismo e gioco” mi aiuti a vincere la timidezza». D. Prima di Amici Celebrities quando e dove cantava? R. «Ho iniziato da piccola, cantavo da sola con la spazzola che usavo come microfono in mano e giravo per casa. Crescendo è arrivato un classico: in bagno sotto la doccia e in auto a squarciagola. Da grandicella il massimo erano karaoke e i piano bar con amici, ma io sognavo di mettere su una band!». D. Il complimento più bello che ha ricevuto dietro le telecamere? R. «In molti mi hanno scritto parole stupende del tipo: mi hai fatto venire i brividi, mi hai emozionato e mi hai fatto piangere… non ho parole per descrivere la bellezza di questi giudizi! Arrivare a qualcuno per chi vive d’arte, vale per l’attore come per il cantante come per altri mestieri creativi, credo che sia la cosa più bella del mondo. E io ringrazio tutti». D. Come è andato il primo incontro con Maria De Filippi ? R. «Emozionante. Non riuscivo a guardarla negli occhi. La stimo da sempre e ora ancor di più, non è umana! È un cyborg (sorride, ndr) riesce a pensare e a fare mille cose in pochi secondi». D. Quindi ha accettato subito la proposta… R. «No. Anzi, come dicevo ero molto titubante: l’istinto era di rispondere un no a causa della mia paura nell’affrontare il palco, il pubblico… Ma Martina e Maria mi hanno convita! Merito loro (sorride, ndr)». D. La sua canzone del cuore? R. «È un segreto e poi se lo dico in studio me la fanno fare e giocano sull’emozione!». D. Con chi ha legato di più? R. «Con Chiara Giordano. Ma purtroppo è già uscita. Spero nel ripescaggio, perché ha una passione vera per il ballo. Bisogna legarla per farla stare ferma!». D. Lei è felice? R. «Sono serena. Meglio che felice. Dura di più». D. Andrebbe a Sanremo in gara? R. «Colpo allo stomaco. Mio nonno avrebbe tanto voluto vedermi su quel palco. Chissà, magari un giorno riuscirò a esaudire anche questo desiderio. Adesso mi concentro su questo. L’universo ci ascolta e alla vita ogni tanto piace stupirci con effetti speciali! Ho sempre sognato e continuerò a farlo, sempre e comunqu

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *