Sbranata viva dai suoi due cani, aveva 3 figlie. I vicini: “Abbiamo sentito le urla di dolore”

Una donna britannica è morta dopo essere stata attaccata dai suoi due cani di razza mastino nella sua casa di Widnes, a circa 50 km da Liverpool, martedì sera. Elayne Stanle, madre di tre figlie, aveva 44 anni. I vicini hanno detto di aver sentito le urla provenire dalla casa di Graham Road prima che la polizia arrivasse per trovare la donna ferita gravemente. La polizia del Cheshire ha detto che uno dei cani (Billy e DJ, i loro nomi) sarà abbattuto, mentre l’altro è stato catturato e portato in un canile sicuro. Non sono stati effettuati arresti.

“Ero seduto al piano di sopra e ho sentito una ragazza che urlava ‘DJ’” ha detto un residente a Metro.co.uk. “So che erano cani di tipo bulldog americano. Lei era solo una piccola donna, non aveva davvero alcuna possibilità. Sembravano essere cani abbastanza tranquilli, non erano mai fuori controllo. Non ho idea di come possa essere successo. Ho sentito alcuni che hanno parlato di una discussione ma non ne ho idea. La polizia deve avergli sparato perché ho sentito dei colpi, ha fatto impazzire i nostri due cani” spiega.

Un altro vicino ha ricordato come i residenti locali abbiamo cercato di aiutare Elayne. Bev Hall, 39 anni, che vive di fronte alla vittima ed era amico della sig.ra Stanley “da 22 anni”, ha detto al Mail Online: “Quando abbiamo sentito le urla siamo corsi da lei. Eravamo scalzi. La porta del soggiorno era chiusa ed Elayne era dietro, quindi non potevamo entrare. Potevo sentire un cane ringhiare e graffiare, abbiamo sbattuto i pugni contro le finestre per cercare di distrarre i cani. Poi la polizia è stata chiamata, il mio compagno e un paio di vicini hanno iniziato a lanciare mattoni contro i cani dalla porta laterale. Una volta che i cani erano nel giardino sul retro il mio compagno li ha chiusi fuori. Quando i paramedici sono arrivati non c’era più nulla da fare” ha spiegato.

L’ispettore Ian Whiley ha dichiarato:” Comprendiamo che le persone della comunità locale saranno preoccupate quando sentiranno ciò che è successo. Ma vorrei rassicurare i residenti che stiamo facendo tutto il possibile per stabilire le circostanze complete dell’incidente. In questa fase, si ritiene che i cani fossero conosciuti dalla vittima e vivessero a quell’indirizzo. Si tratta di un incidente estremamente angosciante e i nostri pensieri sono con la famiglia della vittima in questo momento difficile”.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *