“Sei violentabile”: 17enne aggredita in tram, palpeggiata e minacciata con una mannaia

Ha scelto la sua preda tra le persone, poche, presenti sul tram. Quindi, l’ha fissata e le ha rivolto una frase da brividi. Poi, dopo averla molestata, l’ha minacciata con un’arma in pugno per costringerla a restare lì.

Orrore sabato mattina a Milano, dove una ragazzina di diciassette anni è stata palpeggiata e aggredita su un tram della linea 5 da un giovane di ventitré anni, italiano, poi arrestato.

L’incubo della 17enne è iniziato verso le 7.15, quando il 23enne – mentre il mezzo di Atm si trovava in viale Zara – ha cominciato a fissarla. Poco dopo, secondo quanto accertato dalla polizia, il maniaco si è avvicinato alla vittima, le ha detto “sei violentabile” e le ha palpeggiato i glutei. La 17enne, nonostante la paura e lo shock, è riuscita a opporsi e si è allontanata, ma l’aggressore ha estratto una grossa mannaia dai pantaloni con la quale ha minacciato la giovanissima.

A quel punto, all’incrocio con viale Marche, la ragazzina è riuscita a scendere dal tram ed è stata subito seguita da una donna, una passeggera che aveva assistito alla scena e che si è fermata per aiutarla. È stata la stessa vittima a chiamare la polizia, che – anche grazie alla descrizione fornita dalla minorenne – è riuscita a bloccare il 23enne poco lontano.

Anche lui era uscito dal mezzo Atm e aveva cercato di far perdere le proprie tracce. L’uomo è stato portato nel carcere di San Vittore e deve rispondere dell’accusa di violenza sessuale.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *