Jennifer Aniston radiosa con la dieta che illumina

Jennifer Aniston ha postato recentemente su Instagram un’immagine da “casalinga disperata” davanti al forno, con un manicaretto messicano, le enchiladas. In realtà l’inossidabile star di Friends a tavola si nutre in modo ben più sano. Lo ha raccontato in un’intervista alla rivista britannica Radio Times in cui le chiedevano come facesse ad avere una pelle tanto fresca e radiosa: «Il segreto della mia luminosità? Il digiuno intermittente», ha risposto l’attrice, in gran forma dopo il giro di boa dei 50 anni.

Lei stessa ha spiegato di essere una fan della dieta 16:8 amata da star di Hollywood come Nicole Kidman per i suoi effetti anti-invecchiamento, oltre che per quelli sulla linea. In cosa consiste, lo racconta la stessa Jennifer: «Niente cibo al mattino. Sto senza cibi solidi per 16 ore». In pratica l’attrice mangia all’ora di pranzo, intorno alle 12, fa una piccola merenda e poi cena entro le 8 di sera. Limitando a otto ore la finestra di tempo in cui assume cibo solido.

Poi di nuovo 16 ore filate di digiuno, rese più tollerabili da un’abbondate quantità di liquidi (acqua soprattutto, poi tè e caffè, succhi non zuccherati). Ovviamente i cibi scelti sono sani, e la dieta è abbinata a una buona dose di attività fisica. La Aniston infatti ama soprattutto verdura e frutta bio, salmone e pesce azzurro, cereali integrali. Quanto all’orario, l’attrice ha scelto la fascia pomeridiana (ama alzarsi tardi, malgrado sia attualmente in Tv con una serie che si intitola The Morning Show, condotta con l’amica Reese Witherspoon, in onda in streaming su Apple Tv+). Ma ciascuno può scegliere le sue otto ore nel momento della giornata che preferisce: per esempio dalle 8 di mattina alle 4 del pomeriggio, o dalle 16 a mezzanotte.

Qualunque sia l’orario, ciò che conta è bere tanta acqua, come spiega il professor Nicola Sorrentino, direttore della Iulm Food Academy: «La perdita d’acqua in tutti i tessuti del corpo, e in particolare nella pelle, è uno dei primi segni di invecchiamento. Bere 8-10 bicchieri d’acqua al giorno gioca un ruolo importante per la salute ma anche per mantenere la cute luminosa, elastica e compatta. Una corretta idratazione è paragonabile all’uso di un buon cosmetico: è come mettersi una crema per la pelle secca o per il colorito spento». Dunque bere tanto, a qualunque ora del giorno. Ma viene da chiedersi perché digiunare 16 ore al giorno, come fa Jennifer Aniston, possa avere un effetto sulla luminosità del volto: «Il digiuno intermittente offre parecchi vantaggi al corpo, anche alla pelle, e alla mente, se fatto sotto controllo medico», spiega la senologa e scrittrice MariaGiovanna Luini (che nel 2013 ha firmato La dieta del digiuno e che in primavera pubblicherà un nuovo manuale sullo stile di vita più sano).

«Le ultime ricerche dimostrano che i periodi di digiuno, anche brevi, riducono l’infiammazione cronica, il rischio di malattie metaboliche come il diabete, stimolano il sistema immunitario, e rallentano i processi d’invecchiamento. E anche la pelle, che invecchia esattamente come gli altri organi, ne trae grande giovamento». Ma se non si è motivati come una star di Hollywood, resistere a lungo con la dieta 16:8 può essere complicato. «Dopo una settimana o due di semidigiuno, particolarmente utile per alleggerirsi e depurarsi al termine delle feste, si può proseguire con una dieta distribuita nell’intera giornata, capace di illuminare la pelle perché ricca di liquidi e vitamine amiche della cute », dice ancora il professor Sorrentino.

«La natura ci mette a disposizione tutto ciò che serve a ritardare il suo invecchiamento: sono le sostanze contenute nella verdura, nella frutta, nel pesce. In particolare le vitamine A, C, E, P, i flavonoidi, il selenio, i grassi Omega 3. Dunque agrumi a volontà, uva, frutti di bosco, verdure come zucca, carote, pomodori e peperoni. Verdure a foglia verde come broccoli, cavoli e cime di rapa, asparagi, cicoria, lattuga, rucola, scarola, sedano, ma anche legumi e soia, aglio, cipolla e prezzemolo. E poi frutta secca tipo noci, pistacchi, mandorle, pesci come il salmone e pesce azzurro. Il tutto condito con olio extravergine d’oliva». In queste pagine sette giorni di menu per illuminare la pelle, secondo i consigli del prof. Sorrentino. Con l’avvertenza di bere almeno sei bicchieri d’acqua al giorno.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*