Ambiente

Smog e biossido di azoto, arriva l’ultimo avvertimento dell’Ue all’Italia

Roma, 15 feb. (AdnKronos Salute) – La Commissione europea invia un ultimo avvertimento a Germania, Francia, Spagna, Italia e Regno Unito perché non hanno affrontato le ripetute violazioni dei limiti di inquinamento dell’aria per il biossido di azoto (NO2). Lo rende noto in un comunicato la stessa Commissione Ue che esorta “i 5 Stati membri ad agire per garantire una …

Entra a leggere la notizia

Nel 2016 1,1 gradi in più, l’anno più caldo di sempre: la Nasa lancia l’allarme, a rischio la civiltà umana

Secondo la Nasa, nel 2016 la temperatura globale si è attestata a 1,1 gradi centigradi in più rispetto al XIX secolo, cioè rispetto ai livelli preindustriali. L’incremento di CO2 nell’atmosfera e altre emissioni inquinanti che provocano l’effetto serra hanno contribuito a rendere il 2016 l’anno più caldo della storia. La conferma è arrivata da uno studio congiunto dall’agenzia spaziale americana …

Entra a leggere la notizia

Iceberg di 80 chilometri si distacca dall’Antartide: gli scienziati lanciano l’allarme

Purtroppo sembra essere arrivata la prima grave conseguenza del riscaldamento del pianeta, ovvero il distaccamento di un maxi-iceberg dal Polo Sud. Si tratterebbe di uno dei dieci iceberg più grandi mai registrati, con un’area pari a quella della Liguria, che stando a quanto è emerso pare si stia distaccando dall’Antartide. L’iceberg in questione,sembra avere delle dimensioni davvero pazzesche, paragonabili a …

Entra a leggere la notizia

Meteo Milano, arriva il ciclone di Natale porterà la neve nel centro-nord

C’è alta pressione nel Paese e sulla Campania. Intanto il weekend trascorrerà con generali condizioni di bel tempo, salvo qualche nebbia al Nord, e locali piovaschi su Sicilia e Calabria ionica.Il tempo cambia da lunedì 19 dicembre – Secondo Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito ilmeteo.it, da lunedì 19 il ciclone di Natale farà peggiorare il tempo al Nord-ovest, …

Entra a leggere la notizia

In Antartide il parco marino più grande del mondo: raggiunto accordo senza precedenti

Sembra essere stato raggiunto uno storico accordo internazionale da 24 paesi tra i quali l’italia, oltre all’Unione europea al fine di creare il più grande parco marino al mondo nell’Oceano Meridionale, nel Mare di Ross presso l’Antartide. Lo storico accordo internazionale, siglato in Australia da 24 paesei e dall’Unione europea, sembra essere stato raggiunto dopo tanto lavoro durato ben 5 anni, …

Entra a leggere la notizia

Allerta Maltempo: temporali e nubifragi in Toscana

Codice arancione in Toscana per rovesci e temporali anche di forte intensità, in particolare in prossimità della costa dalle 18 di oggi alle 6 di domani. L’allerta è stata emessa dal Centro funzionale della Regione per l’ingresso di una perturbazione di origine mediterranea che dal pomeriggio comincerà ad interessare la costa toscana e successivamente anche il resto della regione. Domani, …

Entra a leggere la notizia

Goletta verde, allarme lanciato da Legambiente: elevato il livello di colibatteri, un punto inquinato ogni 54 km di coste

Ennesimo allarme lanciato da Legambiente sul mare italiano, visto che dalle ultime stime sembra che ogni 54 km un punto risulta inquinato. E’ questo il risultato di uno studio effettuato dal laboratorio mobile di Goletta verde, che ha monitorato ben 265 punti ed il 52% è risultato inquinato o fortemente inquinato; la maggior parte di queste criticità riguardano foci di …

Entra a leggere la notizia

Goletta Verde di Legambiente: criticità nelle acque emiliane, migliora la qualità del mare pugliese

Goletta Verde ha lanciato l’allarme per quanto riguarda le coste dell’Emilia Romagna, perchè se la maggior parte dei punti campionati non evidenziano criticità, dall’altro i soliti corsi d’acqua continuano a riversare in mare scarichi non adeguatamente depurati che rischiano di compromettere la qualità del mare. E’ questo il caso del torrente Marano a Riccione, alla cui foce i tecnici di …

Entra a leggere la notizia

Cambiamenti climatici, ogni anno causano la morte di 250 mila persone

I dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità sono piuttosto allarmanti visto che si conta che entro il 2030 ogni anno moriranno circa 250.000 persone a causa dei cambiamenti climatici. Sono quasi 7 milioni le persone che muoiono ogni anno a causa dell’inquinamento dell’aria provocato soprattutto dall’insostenibilità del sistema dei trasporti e dalle fonti di energia domestica che contribuiscono, direttamente o indirettamente …

Entra a leggere la notizia
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.