Bernie Ecclestone, diventerà padre a 89 anni

A89 anni diventerà padre. L’inglese Bernie Ecclestone, presidente onorario della Formula Uno, e la terza moglie Fabiana Flosi, 44 anni, ex modella brasiliana, ora avvocato, annunciano il lieto evento. Sarà un maschio e nascerà a luglio. Bernie, genitore di tre figlie adulte avute dalle nozze precedenti (Deborah, che ha 65 anni ed è già nonna; Tamara, 35, nata a Milano e apparsa in Italia come conduttrice televisiva; Petra, 31, che proprio in questi giorni dichiara di aspettare la secondogenita dal compagno Sam Palmer), non si scompone. «Speriamo che impari presto a giocare a backgammon», dice del figlio con tipico humour britannico. «Da quando sono in pensione ho molto tempo per fare pratica».

E aggiunge: «Sono davvero contento per mia moglie. Era da tanto che cercava questa gravidanza, quindi sono felice. Avrà qualcuno accanto quando io me ne andrò». Nella lista dei genitori più anziani Ecclestone batte tutti i vip (Anthony Quinn ha procreato fino a 80 anni, Charlie Chaplin e Mick Jagger a 73, Picasso a 68, Clint Eastwood e Rod Stewart a 66; però sembra che un contadino indiano, Ramjit Raghav, l’abbia fatto fino a 96), ma lui liquida il primato con un’altra battuta. «Non vedo la differenza tra essere padre a 89 oppure a 29 anni. Suppongo che i problemi da affrontare siano gli stessi». Tutta la vita di Bernie è stata eccezionale e questo è solo l’ultimo (o il penultimo?) atto. Nato in un paesino del Suffolk, figlio di un pescatore, ha saputo costruire dal nulla una ricchezza valutata oltre due miliardi di sterline.

A 16 anni lascia gli studi e si dedica alla passione dei motori, come pilota di moto e come commerciante di pezzi di ricambio. Smette di guidare dopo un grave incidente e diventa manager di alcuni piloti di Formula Uno, come il campione del mondo Jochen Rindt, morto in gara a Monza nel 1970. Fonda un’associazione di costruttori nella massima categoria dell’automobilismo e riesce ad assumerne il controllo. È lui a gestire, tramite alcune società di comodo, i diritti televisivi, i premi e i contratti organizzativi delle corse di Formula Uno, accumulando una fortuna personale immensa, malgrado lunghe e continue battaglie legali. Nel 2017 cede la posizione conquistata al manager americano Chase Carey, attuale presidente della Formula Uno. Oltre al talento per fare soldi, Ecclestone dimostra una spiccata predilezione per le modelle, molto più giovani e più alte di lui (Bernie misura 1 metro e 59).

Delle prime, lontane nozze nel 1952 con Ivy Bamford si sa poco. È molto più nota la seconda moglie, la croata Slavica Radic (ora ha 61 anni), una statuaria amazzone che sfilava per Armani e sovrastava il marito di una testa intera nelle foto. Lui ironizzava sui loro scontri domestici: «Grida tanto e tira i piatti. Io vado a nascondermi altrove, lei ama terrorizzarmi». Slavica gli ha dato Tamara e Petra, due bellezze vistose come la madre, poi la coppia è arrivata a un burrascoso divorzio nel 2009. Lo stesso anno Bernie ha conosciuto Fabiana al Gran Premio del Brasile. Si sono sposati nel 2012 nella favolosa villa di lui a Gstaad, in Svizzera, e vivono in una vasta proprietà con piantagioni di caffè, da lui acquistata vicino a San Paolo, in Brasile. I rapporti tra Fabiana e le due figliastre, non molto più giovani di lei, erano tesi, ma sono migliorati. Tamara e Petra infatti hanno espresso le loro congratulazioni a lei e al padre per il nascituro. «Che papà sarò? Migliore e più rilassato di prima», assicura Bernie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *