Cristina Chiabotto e il marito Marco Roscio, l'amore per la famiglia è assoluto

Con il naso all’insù, come turisti rapiti dalla bellezza della Capitale. E poi mano nella mano, le spalle che si sfiorano e gli occhi che si cercano. Cristina Chiabotto e il marito Marco Roscio, solitamente molto riservati e poco avvezzi a effusioni in pubblico, sono apparsi romantici e affettuosi come mai prima d’ora, durante una passeggiata per le strade di Roma, intercettati dai flash dei nostri fotografi.

Per loro, che sono torinesi doc, una gita lontano da casa condivisa in parte con i genitori di lui. Doppia coppia, dunque, ma all’appello mancava un tassello determinante per la loro felicità: non c’era Luce, la bimba avuta lo scorso maggio, che immaginiamo sia rimasta tranquilla con la baby sitter. Da quando è nata la piccola, Cristina è un po’ sparita dalle scene per dedicarsi a lei, alla famiglia, al suo uomo, al quale è legata dal 2018. «Ci siamo conosciuti grazie alla Juventus, la nostra squadra del cuore.

Siamo entrambi spesso ospiti nella tribuna Agnelli, ci capitò di essere seduti vicino», raccontò l’ex Miss Italia a Gente. «Marco è un uomo profondo, rispettoso, con una mente che si è abbracciata alla mia. È riservato, forte, concreto, io invece sono sognatrice e più sensibile. Ci completiamo, c’è una bella alchimia di caratteri. Siamo legati solo da tre anni, ci scopriamo giorno dopo giorno», aveva rivelato.

Infatti, l’entusiasmo, la tenerezza, il desiderio di contatto, tipici dei primi tempi di una coppia, sono ancora molto presenti in Cristina e Marco, come è evidente dalle nostre immagini esclusive. Ma dagli scatti emerge altro: anche se ormai sono tanti anni che gravita nel mondo dello spettacolo e della moda, la Chiabotto ha conservato l’allure della ragazza della porta accanto, come quando era ragazzina e, diciottenne, si imponeva per il suo fascino pulito vincendo Miss Italia 2004.

Semplice, senza trucco, disponibile, ha regalato un sorriso a chiunque la fermasse per strada, intrattenendosi persino con chi le chiedeva un autografo, come vediamo nelle nostre foto. Il bello di Cristina è anche questo: la spontaneità. E una serenità che le arriva dal cuore, oggi più colmo grazie a Marco e alla loro bambina. Una Luce speciale che ha illuminato ancora di più la sua vita.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *