Accoltellano un ragazzo per rubargli il riso donato dalla Caritas: arrestati un uomo e una donna

Sono stati arrestati l’uomo e la donna che lo scorso martedì hanno accoltellato un ragazzo senza fissa dimora per rubargli il riso donato dalla Caritas che stava mangiando. I due, fermati dai carabinieri poco dopo essere fuggiti dall’aggressione, sono comparsi davanti al giudice ma si sono rifiutati di rispondere alle domande. Il giudice ha convalidato l’arresto e disposto il divieto di dimora a Roma. Le accuse di cui devono rispondere sono lesioni gravi e porto d’armi illegittimo. Per un pelo, secondo quanto riportato da Il Corriere della Sera, alla vittima non è stato reciso il tendine.

Leggi anche:  Ruba merendine nel distributore automatico a scuola, si taglia il braccio e muore dissanguato

Ancora poco chiaro il movente dell’aggressione: quello che è certo è che i due volevano il riso del ragazzo, non si sa però se per fame o per fargli una prepotenza. Il 26enne, che vive in strada in uno stato di povertà estrema, era stato alla Caritas di Porta Tiburtina, dove i volontari gli avevano offerto del riso. Il ragazzo lo ha preso e si è andato a sedere su una panchina nel quartiere di San Lorenzo.

Non pensava di essere in pericolo dato che non aveva nessun oggetto prezioso con sé, ma solo un pasto caldo da consumare prima di trovare un posto di fortuna dove passare la notte. Gli si è avvicinata la donna, che gli ha intimato di darle il riso. Lui si è rifiutato, ha ritratto il cibo, ed è stato accoltellato dall’uomo, che lo ha aggredito in pochissimi secondi. Il ragazzo è riuscito a fuggire e a lanciare l’allarme. Sul posto sono arrivati i carabinieri, che sono riusciti a bloccare i due aggressori, fuggiti subito dopo aver accoltellato il ragazzo. Sono stati arrestati, mentre la vittima è stata portata in ospedale: non è fortunatamente in pericolo di vita.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 Newsitaliane -