Trova soldi per strada e li restituisce al proprietario. Disoccupato e padre di tre figli premiato

8
Nella zona di Vecchiano, in provincia di Pisa, Akim, 51enne padre marocchino, raccoglie portafoglio in terra: dentro 175 euro che riporta al proprietario. Il sindaco Angori lo premia in Comune.

Anche se "mi avrebbero fatto comodo… non erano soldi miei. Ho fatto quello che mi hanno insegnato e ciò che ho ritenuto giusto. Non avrei mai potuto prenderli". Queste le parole di Akim Fatmi, 51 anni, nato in Marocco, residente nella zona di Vecchiano, in provincia di Pisa. L'uomo, tre figli a carico, disoccupato, a La Nazione ha raccontato quanto accaduto qualche giorno: per terra ha trovato un portafoglio, dentro c'erano 175 euro e li riportati al proprietario.

Stavo camminando in strada a Migliarino quando ho visto in terra un portafoglio – dice –. L’ho raccolto e l’ho aperto per vedere se conoscevo il proprietario. Ho visto il nome sulla patente e la foto del documento e mi sono reso conto di non conoscerlo. Poi ho guardato all’interno e ho visto che c’erano tanti soldi. Dovevo trovare il proprietario. Così ho pensato di andare al bar Melabevo per sapere se, per caso, quell’uomo fosse un loro cliente".

Il proprietario è Riccardo Mariani, rintracciato su Facebook. "Corro a riprendere il portafoglio – racconta Mariani –, sentendomi già molto fortunato per non dover rifare tutti i documenti, ma con poche speranze di ritrovarci i 175 euro che c’erano dentro. E invece? Lo ritrovo esattamente così come l’avevo perso. Mi dicono che a ritrovarlo è stato un ragazzo marocchino di nome Akim. Riesco a rintracciare il suo numero, lo chiamo, ma non risponde. Mi decido quindi a mandargli un vocale su Whatsapp, dicendogli che lo vorrei ringraziare di persona, e lui con molta delicatezza mi risponde che non importa, perché non ha fatto niente di straordinario, dicendomi che è contento che il portafoglio sia tornato nelle mani del suo proprietario. Ci parlo. Lo convinco. Prendiamo insieme un caffé qualche giorno dopo: qui mi racconta la sua storia. Scopro anche che è disoccupato…".

La vicenda giunge alle orecchie del sindaco Massimiliano Angori e l’epilogo della storia si conclude proprio in Comune. "Abbiamo ritenuto doveroso ricevere Akim per esprimere un sentito ringraziamento per la sua azione, a nome di tutta la Comunità e ringraziare anche Riccardo per aver reso noto questa storia". "Il gesto di Akim va al di là di una azione di onestà – continua il sindaco –, ma sottolinea anche la volontà di vivere all’interno di una società con valori quali solidarietà e rispetto reciproci, tanto più fondamentali oggi, dopo mesi e mesi di dura pandemia e nel bel mezzo di una crisi socio economica". Perché il bene non è mai banale.

Leggi anche:  Alessia Pifferi alla festa di paese, mentre la figlia Diana moriva: “Si divertiva, era serena”



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.