Milly Carlucci torna con il Cantante Mascherato: ecco quando inizia

Annuncia grandi sorprese Milly Carlucci. E, quando la conduttrice fa una promessa, si può star certi che la manterrà. Nella terza edizione de II cantante mascherato - il talent in cui alcuni vip si sfidano in una gara canora nascosti sotto una maschera, in onda da venerdì 11 febbraio su Raiuno — ne vedremo dunque delle belle. «Mai fermarsi, è importante migliorare sempre di più il format, per stimolare i telespettatori. Nella nostra squadra di lavoro è bandito il “copia e incolla”», rivela Milly . La prima novità? Quest’anno ci saranno ben dodici concorrenti mascherati per sei puntate dello show. «Ma non finisce mica qui, le sorprese sono più d’una»; dice la Carlucci.

Si dice che una di queste sorprese riguarda le eliminazioni: è vero? «Sì, saranno due a puntata, in modo da aumentare i momenti di suspense e tensione nell’arco di una serata. Due eliminazioni equivalgono a due identità svelate: così la curiosità di chi guarda verrà appagata ancora di più».

Leggi anche:  Sapete chi è Lucio Ardenzi marito di Ornella Vanoni

Quest’anno, inoltre, potremo finalmente sentire i concorrenti parlare. «È stato trovato un modo per camuffare la voce parlata dei cantanti, così, quando si presenteranno di fronte alla giuria e ai giurati, non dovranno più osservare il voto del silenzio come nelle precedenti edizioni, ma potranno rispondere liberamente a tutte le domande. Certo, il pericolo di seminare indizi c’è, se si presta attenzione alla cadenza dei concorrenti».

C’è anche una terza, importante novità? «Sì, dodici ospiti vip accompagneranno i cantanti nella prima puntata, invece che nell’ultima. E chissà che gli accompagnatori non abbiano a che fare con la vita privata dei concorrenti: legami professionali, amichevoli o sentimentali?».

Con te ci saranno due volti di Ballando con le stelle'. Simone Di Pasquale come coreografo al posto di Raimondo Todaro e Sara Di Vaira come capo i-spettore del gruppo di investigatori della giuria popolare. «Un’altra mia grande soddisfazione. Nel momento in cui tutti e due hanno deciso di appendere le scarpette al chiodo come di Ballando, rimangono nella mia famiglia professionale con altri ruoli. Voglio bene a entrambi come se fossero figli: c’è un grande rispetto e tanta armonia».

Leggi anche:  Chi è Ginevra Lamborghini sorella di Elettra? Età, lavoro, fidanzato

I tuoi talent hanno sempre un grande successo: secondo te qual è il segreto? «Lo svelamento delle persone nel corso delle puntate del programma. Vale sia per Ballando sia per II cantante mascherato-. il concorrente si confessa, rivelando a-spetti inediti del suo carattere e della sua storia, che magari non aveva avuto il coraggio di dire neanche a se stesso».

È come se fosse runa sorta, di grande seduta psicologica  «Diciamo che è una spinta a mollare le ancore, se ci sono problemi o paure da superare. Nel Cantante, poi, la maschera è una sorta di protezione: spinge chi la indossa a essere  più autentico».

« C’è una maschera in cui ti identifichi? «Top secret! In realtà mi piacciono tutte, c’è un grande lavoro dietro la loro costruzione. Alcune sono astratte, come Sole Luna, altre molto realistiche come la Volpe vestita da “pirata dei Caraibi”. E quest’anno sono anche più leggere da indossare».

Leggi anche:  Nono tutti sanno chi è Pio D'Antini di “Pio e Amedeo”: Biografia, età, Moglie, Emigratis e figli

Sei preoccupata per la sfida degli ascolti? «Nessuna sfida. Sono soddisfatta del successo dei miei programmi: lo scorso anno è stato benedetto, sia per Ballando che per la seconda edizione del Cantante, quindi continuiamo a lavorare sodo con tutta la squadra».

È uscita la notizia di una tua ipotetica conduzione, in coppia con Maria De Filippi, della serata omaggio a Raffaella Carré... «È priva di fondamento». Dopo II cantante ti fermerai per riposarti o resterai sempre in pista?

«In pista! Sto già corteggiando i concorrenti di Ballando con le stelle 17, anche se dobbiamo capire quale sarà la programmazione. Il prossimo autunno ci sono i Mondiali di calcio e, se l’Italia si qualifica come tutti ci auguriamo, bisognerà studiare gli spazi del palinsesto».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.